Addio a Jerry Lewis, icona dello spettacolo made in USA

Jerry Lewis

Si è spento a 91 anni Jerry Lewis, a Las Vegas dove viveva con la seconda moglie. Attore, sceneggiatore, regista, produttore, cantante e inventore di nuove tecnologie: un gigante della comicità

project adv

Le origini

Nato nel New Jersey, classe 1926, figlio di immigrati russi di origine ebraica. Jerry Lewis trascorse l’infanzia girando in piccoli teatri di provincia con i genitori ed esordì in palcoscenico nel 1931 come componente di un coro. Quando iniziò la scuola si fece notare, più che per lo studio, per le imitazioni dei compagni e degli insegnanti. La sua carriera scolastica comunque finì presto, quando venne espulso dal collegio per aver picchiato un insegnante che parlava male degli ebrei.

Esentato dal servizio militare per la perforazione di un timpano a seguito di un’otite, debuttò nella sua prima tournée nel 1944 toccando varie città degli Stati Uniti e del Canada.

Il lungo sodalizio con Dean Martin

Un significativo incontro avvenne due anni dopo, con un cantante crooner di origine italiana: Dino Crocetti, meglio conosciuto come Dean Martin. Il 26 giugno 1946, durante uno spettacolo, a causa dell’assenza di un attore, Lewis propose di far debuttare il suo amico. Il successo fu immediato, e insieme i due diventarono la coppia di attori più celebre dell’epoca, un sodalizio portato avanti per i successivi dieci anni in teatro, al cinema e in televisione, interrotto per motivi personali nel 1956.

I due formarono una coppia comica perfetta, nella quale il fascino e la sicurezza di Martin si contrapponevano ai tic e alle maniere impacciate e scoordinate di Lewis. Il duo si distinse grazie a una comicità basata sull’interazione tra i personaggi piuttosto che su scenette scritte e pianificate a tavolino. Lewis e Martin acquisirono velocemente la fama a livello nazionale, dapprima con i loro spettacoli nei night club, successivamente quali star di un loro programma radiofonico, poi con una serie di apparizioni televisive e infine al cinema come protagonisti di una serie di film prodotti dalla Paramount Pictures.

Il 25 luglio 1956, a dieci anni esatti dall’inizio della loro unione artistica, Lewis e Martin annunciarono la loro separazione nel corso di uno show al Copacabana di New York. Da più parti arrivarono richieste, ingaggi e proposte affinché i due si ricongiungessero, ma la rottura fu definitiva. L’affiatamento era venuto meno a causa dello sbilanciamento dei ruoli cinematografici via via sempre più a sfavore di Martin.

Gli ultimi anni

“La felicità non esiste. Di conseguenza non ci resta che provare ad essere felici senza.” – Jerry Lewis

Il fisico dell’attore subì le conseguenze di cadute e piroette effettuate nelle scene spericolate girate nei film, riportando anche la rottura di una vertebra nei primi anni sessanta, senza tralasciare l’assunzione massiccia di steroidi lo fece ingrassare fino ad arrivare a pesare 120 chili.

Ritornò al cinema nel 1983, quando Martin Scorsese lo chiamò per interpretare Re per una notte, accanto a Robert De Niro. Jerry Lewis si sottopose  a numerosi interventi al cuore, con l’impianto di quattro by-pass e nel 1992 gli è stato asportato un cancro alla prostata. Soffriva di diabete e fibrosi polmonare. All’inizio degli anni 2000 ebbe una dolorosissima meningite virale, che gli procurò una grave depressione che lo portò sull’orlo del suicidio.

Jerry Lewis aveva recentemente fondato la House of Laughter” (La Casa della Risata) per aiutare i bambini ed i giovani affetti da malattia o reduci da traumi, attraverso il potere terapeutico della risata. La prima importante iniziativa benefica della fondazione, il 19 giugno del 2017, è un gran gala benefico dedicato a Robin Williams.

È stato attivo sul palcoscenico (live show a Las Vegas e diversi seminari sul buonumore) e nella produzione cinematografica (è stato produttore esecutivo nei remake dei suoi storici film) fino alla sua morte, avvenuta il 20 agosto 2017.

L’impegno sociale – la nascita di Telethon

Fu Jerry Lewis a portare sulla televisione americana la raccolta fondi Telethon. Era il 1996 quando, per la prima volta, andò in onda il Jerry Lewis MDA Telethon, la maratona televisiva che negli anni a seguire sarebbe diventata famosa in tutto il mondo. Con “Maratona Telethon”, infatti, oggi si fa riferimento a qualsiasi trasmissione tv della durata di diverse ore o di giorni allestita allo scopo di raccogliere fondi da devolvere a un’iniziativa benefica.

Uno dei momenti più galvanizzanti del Jerry Lewis MDA Telethon andò in scena nel corso dell’edizione del 1976 quando, a sorpresa, a salire sul palco fu Dean Martin, ex partner artistico di Lewis. Fu Frank Sinatra a organizzare quella sorpresa, all’insaputa del conduttore. I due, che si erano lasciati malissimo all’epoca della rottura del loro sodalizio professionale non si vedevano da 10 anni. Nel frattempo, Martin era diventato una star cinematografica. I due si abbracciarono commossi sul palco, mettendo in scena la fine di anni di ostilità.

 

Video del giorno