Ultime notizie
Home » Angela Nese

Angela Nese

Angela Nese
Laureata in Filosofia nel 2013 presso l'Università degli Studi di Salerno, curriculum "Teoria delle arti, dell'immagine e dei linguaggi". Da maggio 2014 collabora con Zerottonove.
hashish

Benjamin e l’hashish: una questione di estetica

Il filosofo tedesco Walter Benjamin condusse una serie di esperimenti sugli effetti dell’hashish. Qual è il valore filosofico di quei viaggi nell’ebbrezza? Tra il 1927 e il 1934, il filosofo Walter Benjamin, noto ai più per il suo saggio L’opera d’arte nell’epoca della sua riproducibilità tecnica, condusse insieme ad amici, tra i quali spiccava anche il celebre Ernst Bloch, dei …

Continua a leggere »

La senilità sveviana tra malinconia e nevrosi

Tra il primo romanzo, Una vita, e il ben più noto La coscienza di Zeno, si colloca Senilità, la seconda grande opera di Aron Hector Schmitz, meglio conosciuto come Italo Svevo Emilio Brentani, il protagonista di Senilità, si può definire, senza mezzi termini, un inetto in piena regola: impiegatuccio con velleità da letterato, ma quasi del tutto incapace di essere …

Continua a leggere »
Memento

Memento: ricorda qual è la realtà!

Nel 2000 giungeva in Italia Memento, il film di Christopher Nolan capace di mettere in discussione tutte le certezza che si possano avere sulla memoria Partiamo dalla fine: per quanto possa sembrare strano è proprio così che funzionano le cose in questo film del 2000 di Christopher Nolan, regista che qualcuno ricorderà per il più recente Inception. Si comincia da …

Continua a leggere »
Saramago

José Saramago e quel Paese dove non morì nessuno

Sette anni dopo il Nobel, ricevuto nel 1998, José Saramago scrisse Le intermittenze della morte, la storia di un non meglio identificato Paese nel quale, dalla sera alla mattina, la gente smette di morire Immaginate di svegliarvi un giorno, magari il primo dell’anno, e di iniziare a constatare un fatto molto singolare: la gente ha smesso di morire. La prima …

Continua a leggere »
uomo felice uomo morto

L’uomo felice è un uomo morto

Autoproclamarsi uomo felice prima della morte, agli occhi della saggezza greca, era un’azione azzardata; col tempo il rapporto tra felicità e morte non poteva che complicarsi Nel primo libro delle sue Storie Erodoto racconta di un celebre incontro, quello tra il saggio Solone, legislatore ateniese, e Creso, re di Sardi. Interrogato su chi fosse l’uomo più felice, Solone, contrariamente alle aspettative del …

Continua a leggere »