Bergamo, G7 dell’agricoltura tra slow food e misure antiterrorismo

SUMMIT G7

Il 14 ed il 15 ottobre si terrà a Bergamo un incontro sull’agricoltura con a capo i ministri del settore di Francia, Germania, Giappone, Regno Unito, Canada e Stati Uniti

project adv

Il ministro bergamasco Maurizio Martina ha annunciato ieri  tutte le tematiche e gli eventi in vista dell’imminente G7 a Bergamo. Uno degli obiettivi dichiarati da Martina consiste nel fare partecipare al summit, accanto alle 7 grandi potenze economiche, Carlo Petrini e le associazioni Slow Food e Terra Madre.

Infatti, il tema dell’agricoltura sostenibile è al centro di questo incontro, nel corso del quale saranno affrontate questioni come il rapporto tra produzione agricola e paesaggio e la valorizzazione della filiera agrolimentare locale.

 

Mentre per quanto riguarda gli eventi, Bergamo sarà al centro di diverse manifestazioni già dal week-end precedente, dalla vendita di prodotti biologici ad appuntamenti con chef del calibro di Carlo Cracco, Luca Bottura, Nico Romito ed Enrico Cerea.

L’attenzione mediatica sarà focalizzata sul G7 di Bergamo, che vede protagonisti 7 potenze economiche, imponendo misure di sicurezza elevate sia sul fronte istituzionale, sia sul fronte eventi.

In data odierna le Forze dell’Ordine ed il Comune si riuniranno in prefettura per dispiegare al meglio il controllo e la tutela dell’ordine pubblico, in linea con le nuove misure antiterrorismo previste dal ministero dell’interno.

Video del giorno