Ultime notizie
Home » CurioZON » Breaking Bad, entro il 2018 un sequel in realtà virtuale
Breaking Bad, entro il 2018 un sequel in realtà virtuale

Breaking Bad, entro il 2018 un sequel in realtà virtuale

Allettanti news per i fan di Breaking Bad – Reazioni collaterali, la serie televisiva statunitense trasmessa dal 20 gennaio 2008: il suo ideatore Vince Gilligan è a lavoro per far nascere un’esperienza virtuale che permetterà di sentirci come Walter White, ma non prima del 2018

Breaking Bad, dopo aver ricevuto eccellenti recensioni da parte della critica ed aver vinto numerosi premi, tra cui sedici Emmy Award, è ormai stata consacrata nell’Olimpo delle serie cult.

Breaking Bad, entro il 2018 un sequel in realtà virtualeUn successo più che meritato grazie all’accuratezza dei dettagli e alla straordinaria sceneggiatura di Vince Gilligan, che in precedenza si era occupato anche della sceneggiatura della serie televisiva The X-Files, oltre che alle interpretazioni degli attori principali, su tutti lo straordinario Bryan Cranston, nei panni del protagonista Walter White.

L’uomo debole, che viveva la sua famiglia e i suoi problemi con remissività, e che alla soglia dei cinquant’anni ha decisamente stravolto la sua esistenza dopo la scoperta diagnosi di un cancro ai polmoni, alimenta ancora la sua fama di personaggio oscuro e moralmente discutibile sempre più insensibile e freddo.

Breaking Bad, entro il 2018 un sequel in realtà virtualeDopo cinque stagioni record e uno spin-off di successo intitolato Better Call Saul, incentrato sul personaggio di Saul Goodman, il professore di chimica di Albuquerque potrebbe tornare in grande stile, regalando una nuova esperienza ai sui cultori.

Lo showrunner Vince Gilligan, infatti, ha infatti dichiarato di essere al lavoro con Sony per creare un’esperienza in realtà virtuale basata sulla serie tv: ancora pochi i dettagli, ma di certo per ora si sa che non si tratterà di un gioco e che il progetto non vedrà la luce prima del 2018.

Breaking Bad, entro il 2018 un sequel in realtà virtualeQuesta allettante news per tutti gli appassionati delle vicissitudini di Walter White, potrebbe rendere ancora più vivida l’espressione breaking bad, il regionalismo del sud degli Stati Uniti, simile a to raise hell: a breve potremmo “fare il diavolo a quattro”, cucinando metanfetamina di qualità superiore e dalla purezza del 99,1%, prendendo il controllo del mercato della droga.

Stay tuned.

 

Scriveteci

commenti scritti.
GUARDA, ASCOLTA .... SCRIVI !!!
Leggi e Commenta le nostre rubriche e rimani aggiornato con un LIKE sulla nostra pagina FB ZON.it

About Rossella Della Vecchia

Rossella Della Vecchia
Classe 1986, specializzata con lode in Storia dell'Arte Contemporanea [cattedra di Carla Subrizi, La Sapienza] con la tesi “Trouble Every Day: Tous Cannibales, la voracità da tabù ad arte, dall’arte alla società”. Da sempre interessata all’arte come alla scrittura, e alla comunicazione in genere, scrive di cultura, politica e attualità. Storica dell’Arte, esperta SEO e freelancer per vocazione, attualmente collabora anche con Artribune e Tiragraffi Magazine. Da marzo 2013 cura un personale blog sull’arte: ArtFriche Zone. “Soltanto quando il senso di associazione nella società non è più abbastanza forte da dare vita a concrete realtà, la stampa è in grado di creare quell’astrazione, il pubblico” (Dwight MacDonald).

Check Also

#nerosurosso

#nerosurosso – una storia diventata Storia

Dopo aver intervistato Pasquale Campopiano al Giffoni Film Festival, Zon.it ha recensito il suo primo …