ESC 2017, la prima prova di Gabbani, un concentrato di colori e energia

ESC
project adv

Questo pomeriggio si è tenuta la “First Rehearsal” di Francesco Gabbani, rappresentante italiano a ESC 2017, che si esibirà il prossimo 13 maggio sul palco dell’International Exhibition Centre di Kiev, in Ucraina con l’intenzione di conquistare la vetta musicale dell’Europa, l’Eurovision Song Contest

ESC 2017 si avvicina con la prima prova di Gabbani

ESC 2017 sta per tornare. Al via dal 9 maggio la competizione canora più attesa dell’anno che partirà ufficialmente con la 1° semifinale, alla quale seguirà la dell’11 maggio. Dei 42 paesi partecipanti, 3 soltanto si aggiudicheranno i magnifici tre tasselli del podio eurovisivo, la serata di sabato 13 maggio.

ESCIn Italia l’attesa è quasi spasmodica e c’è chi giura di aver già messo i soldi da parte per acquistare il biglietto del prossimo ESC 2018, probabilmente da staccare nel nostro paese. Aspettative altissime che gravano tutte sulle spalle di Francesco Gabbani, vincitore dell’ultima edizione del Festival di Sanremo, per tanto a lui l’onore e l’onere di rappresentare la canzone italiana in Ucraina. Ad accrescere i buoni propositi posti nelle capacità performanti del bravo cantautore toscano la prima prova di questo pomeriggio, iniziata attorno alle 14.40, durante la quale Gabbani si è esibito per ben tre volte con la sua Occidentali’s Karma, restituendo un’impressione generale di grande effetto culminata poi con ovazioni in sala stampa.

La performance nel dettaglio

Gabbani si è presentato con un look black and white preciso e ben studiato, perfettamente incline con il suo mood crazy-elegant, accompagnato dal solito scimmione Filippo Rinaldi e da quattro coristi dagli sgargianti maglioncini colorati (dello stesso tipo di quelli indossati dal cantante nel corso della sua partecipazione a Sanremo). A fargli da voci di supporto suo fratello Filippo Gabbani, la cantante ex volto nuove proposte a Sanremo Chanty, Daniele Sari e Nausicaa Magarini ex The Voice. Una performance esplosiva, soprattutto visivamente parlando, a partire dal colore dei maglioncini acrilici dei coristi (rosso, blu, arancio e giallo) sino allo standing corredato da semplici, ma efficaci giochi di led e movimenti grafici dinamici e divertenti.

L’accoglienza di Occidentali’s Karma sul palco dell’ESC

Lo scatto d’insieme ha l’aspetto di un frame mobile con dentro impresso un vorticoso Gabbani & Co intenti a incorniciare l’accattivante motivetto entro una sequenza di immagini frizzanti: immagini stilizzate della scimmia in versione multicolor, cerchi concentrici dalle sfumature arcobaleno, ombrelli volteggianti, dragoni blu in amore e ancora mani assorte in contemplazione rese a effetto cartoon. Francesco Gabbani sembra aver sintetizzato in soli tre minuti di esibizione tutto quel che piace ed entusiasma il pubblico dell’ESC che prima di esprimere il proprio consenso dovrà attendere ancora una settimana. Intanto a fare il pieno di commenti positivi ci ha pensato la sala stampa che a fine prova è esplosa in un tripudio di assensi che lasciano davvero ben sperare.

Resta da mettere in ordine alcuni stacchi di camera e sguardi nell’obiettivo andati a vuoto, nulla di troppo ardimentoso da non poter essere messo apposto già con la seconda prova, prima della finalissima del 13 maggio. Intanto a tenere alto l’umore di Francesco arriva la notizia dalla FIMI che piazza Magellano Ep post sanremese in cima alla classifica degli album più venduti della settimana.

 

 

 

 

 

Video del giorno