FAO, valorizzare le aree rurali per combattere la povertà

FAO

Il documento della FAO suggerisce le trasformazioni rurali per garantire nuovi posti di lavoro alle popolazioni dei paesi in via di sviluppo

project adv

È stato da poco pubblicato il documento della FAOLo stato dell’alimentazione e dell’agricoltura 2017”. Le aree rurali vengono viste come la chiave per una crescita economica nei paesi sottosviluppati.

La popolazione di giovani tra i 15 e i 24 anni che si immetteranno nel mondo del lavoro èmiss sudafrica destinata ad aumentare di circa 100 milioni fino al 2030, con un numero complessivo di circa 1,3 miliardi. La maggior parte di questi, nei paesi dell’Africa sub sahariana e dell’Asia meridionale. L’emigrazione verso le città diventa quindi una necessità.

La crescita del solo settore secondario avrà l’inevitabile conseguenza di portare i giovani a trasferirsi da realtà contadine a quelle urbane. Le industrie non potranno assorbire tutta questa potenziale forza lavoro e la povertà nelle grandi città andrà sempre aumentando.

Studiando lo sviluppo che, a partire dagli anni ‘90, hanno avuto alcuni paesi, la FAO sostiene che le aree agricole debbano poter esprimere tutto il loro potenziale a favore della crescita economica. Si deve quindi favorire la costruzione di infrastrutture e la crescita di aziende che forniscono semi, attrezzature e fertilizzanti e che si occupano di imballaggio e trasferimento di risorse.

Le politiche di sostegno da parte dei governi saranno cruciali. Lo sviluppo delle piccole realtà imprenditoriali devono contribuire pienamente alla richiesta da parte delle aree urbane, al pari delle multinazionali. Per mettere in moto questo procedimento è necessario quindi sfruttare la sempre più elevata domanda di generi alimentari da parte dei grandi centri urbani. Ne conseguirà un ridimensionamento sostanziale dell’emigrazione e la crescita di ricchezza e posti di lavoro. Così facendo nel giro di poco tempo, si assisterà ad un progressivo miglioramento della qualità della vita delle popolazioni.

Video del giorno