Neonato lanciato dal balcone a Settimo Torinese: oggi al funerale più di mille persone

settimo torinese

Si sono celebrati oggi i funerali del piccolo Giovanni, abbandonato dalla madre e lanciato dal balcone a Settimo Torinese. Più di mille hanno partecipato alla cerimonia

project adv

Oggi ai funerali del piccolo Giovanni si sono presentate più di mille persone per dimostrare l’affetto per una vicenda che ha sconvolto la comunità di Settimo Torinese. e l’Italia intera. Il neonato non è stato neanche riconosciuto dal padre e la famiglia non era presente al funerale. Alla fine della cerimonia sono stati lanciati migliaia di palloncini bianchi.

Sei stato un grande Giovanni – ha detto don Luciano Piras, cappellano dell’ospedale – sei rimasto con noi pochi minuti e hai generato una quantità di amore incredibile”, ha aggiunto riferendosi alla grande partecipazione della comunità di Settimo. “Siamo tutti colpiti e feriti – ha detto don Antonio Bortone, parroco di Settimo – ci vuole giustizia ma la vendetta non fa parte del messaggio di Gesù. Nel corso della funzione è stata detta una preghiera anche per la famiglia del piccolo, assente alla cerimonia.

IL FATTO

Il 31 maggio Valentina Ventura, 34 anni, ha partorito nel bagno di casa sua Giovanni e dopodiché  ha lanciato nel vuoto il suo neonato. Come racconterà successivamente nell’interrogatorio dirà di non ricordare nulla ma di avere un vuoto di memoria. Ciò che ha sconvolto Settimo Torinese è la normalità della donna che, dopo l’accaduto, si è comportata come se niente fosse accaduto accompagnando l’altra figlia di 3 anni all’asilo.

La donna si trova ora in carcere aspettando il processo; ancora non sono note le cause che hanno spinta una madre ad uccidere il proprio figlio appena nato. Il piccolo è stato battezzato dall’ospedale con il nome di Giovanni e con il cognome Di Settimo. Giovanni non verrà dimenticato e la sua storia si va ad aggiungere alle tante che, purtroppo, riempono le nostre pagine.

Video del giorno