Ultime notizie
Home » ZON Magazine » ZON Music » Il Volo commuove Roccaraso: cantare per l’Abruzzo e per le vittime del Rigopiano è come levare una preghiera al cielo
Il Volo

Il Volo commuove Roccaraso: cantare per l’Abruzzo e per le vittime del Rigopiano è come levare una preghiera al cielo

Il Volo fa tappa a Roccaraso per la data zero della parentesi italiana di “Notte Magica-Tributo ai tre Tenori” e commuove il Bolino ricordando le vittime del Rigopiano

Il Volo riparte dall’Abruzzo

Il Volo, nel bel mezzo del concerto tenuto al Palaghiaccio Giuseppe Bolino, sulle note della dolcissima  Ave Maria mater misericordiae (brano inedito che i cantanti consegneranno al Papa nel corso di un’udienza privata) ha ricordato le vittime dell’Hotel Rigopopiano. Il trio torna in Italia e riparte dall’Abruzzo con una data sold out al Palaghiaccio di Roccaraso. Dopo la tournée statunitense, è la volta del nostro paese che ha accolto Piero, Ignazio e Gianluca a cuore e a orecchie aperte.

Con il repertorio che reca omaggio alla formazione dei Tre tenori Domingo-Pavarotti-Carreras che tanto consenso raccolse nel corso degli anni 90′, i tre artisti non smettono di conquistare pubblici di ogni età, confermandosi un gruppo musicalmente trasversale.

Talento e sensibilità

A colpire gli spettatori di Roccaraso non solo l’innegabile talento, ormai noto a tutti, ma una sensibilità ed una partecipazione d’animo incredibili. In un momento di estrema delicatezza i tre de Il Volo hanno dedicato l’Ave Maria alla difficile situazione che il centro Italia sta attraversando a causa del sisma che lo scuote da oltre un anno.

Il pensiero dei giovanissimi interpreti è andato soprattutto alla catastrofe di Rigopiano, tragedia in cui lo scorso gennaio persero la vita ventinove persone.

Cantare è pregare due volte

“Che questa canzone possa arrivare fin lassù”  ha affermato con flebile, ma decisa voce Piero Barone, mentre una platea assorta restituiva attenzione e silenzioso. Il cantante ha poi dato il là per la partenza dell’esecuzione. Ed ecco una performance precisa, solenne, rispettosa. Non una semplice esibizione, ma una intenzione di fede che pian piano si è levata verso il cielo.

Si dice che “Chi canta prega due volte” e mai espressione fu più adatta per spiegare quanto accaduto ieri sera a Roccaraso.

Scriveteci

commenti scritti.
GUARDA, ASCOLTA .... SCRIVI !!!
Leggi e Commenta le nostre rubriche e rimani aggiornato con un LIKE sulla nostra pagina FB ZON.it

About Antonella Esposito

Antonella Esposito
Specializzata in Comunicazione pubblica e d'impresa e laureata in Scienze della comunicazione presso l'Università degli studi Suor Orsola Benincasa di Napoli. Animata da una forte passione per la scrittura critica. Segue con interesse musica, cinema e teatro.

Check Also

parmigiana di melanzane

Parmigiana di melanzane, il sapore del Mediterraneo

Da servire come secondo piatto o come antipasto, buona calda o fredda, la parmigiana di …