Ultime notizie
Home » Rubriche » Legal ZON » Locare un immobile a una prostituta è reato?
prostituta

Locare un immobile a una prostituta è reato?

Locare un immobile a una prostituta non è reato, ma concederlo in comodato è favoreggiamento della prostituzione

Fate attenzione nella scelta della tipologia contrattuale, allorquando vogliate concedere il godimento di un immobile a una prostituta, che intenda esercitarvi all’ interno la propria attività di meretricio.
È quanto sembrerebbe suggerire la lettura di una recente pronuncia della Suprema Corte di Cassazione (Corte di Cassazione, III Sez. Pen., Sent. n. 13229/2016).

Orbene, l’imputato veniva condannato, all’esito di entrambi i gradi di merito, per il reato di favoreggiamento della prostituzione, per avere concesso, in comodato, una stanza arredata a una prostituta, pur essendo pienamente consapevole dell’attività che la stessa vi svolgesse all’ interno.
Il ricorrente contestava, tra gli altri motivi di ricorso, la sussumibilità della propria condotta nella fattispecie delittuosa in esame, suffragando la propria tesi alla stregua di un consolidato orientamento della Corte di Cassazione, per il quale la mera concessione in locazione di un immobile a una prostituta, pur nella consapevolezza dell’uso che la stessa ne faccia, non integra il reato di favoreggiamento della prostituzione (Cass. Pen., Sez. III n. 7338/2014; Cass. Pen., Sez. III, n. 33160/2013; Cass. Pen., Sez. III, n. 7076/2012).

Il Collegio degli Ermellini, tuttavia, riteneva non applicabile tale postulato al caso di specie; in particolare, i Giudici di legittimità rilevavano che il titolo gratuito, sotteso alla tipologia contrattuale prescelta, il comodato d’uso, palesasse inequivocabilmente la preminente finalità di agevolazione dell’esercizio della prostituzione altrui.

Di talché, la condotta in esame, secondo la Suprema Corte, deve senza dubbio ritenersi idonea a integrare la norma incriminatrice di cui all’art. 3 n. 8, legge n. 75/1958.

A cura dell’ Avv. Luca Monaco del Foro di Salerno

Scriveteci

commenti scritti.
GUARDA, ASCOLTA .... SCRIVI !!!
Leggi e Commenta le nostre rubriche e rimani aggiornato con un LIKE sulla nostra pagina FB ZON.it

About Luca Monaco

Luca Monaco
Direttore Responsabile della testata giornalistica "zon.it", Avvocato Penalista e Giornalista pubblicista. Iscritto all'Albo degli Avvocati di Salerno dal 2009, esercita in proprio con impegno, passione e professionalità l'attività forense occupandosi prevalentemente di diritto e procedura penale, dopo avere collaborato per alcuni anni con importanti studi legali cittadini. E' stato, altresì, coordinatore dello sportello di Salerno dell'Osservatorio Nazionale sullo Stalking per l'assistenza legale e psicologica di uomini e donne, presunte vittime e presunti autori di violenza e stalking. E' stato più volte relatore in occasione di convegni giuridici patrocinati ed accreditati dal Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Salerno. Nel corso degli anni ha affiancato alla passione ed alla professione forense anche quella per il giornalismo, collaborando dapprima con il periodico dei quartieri di Salerno, "La Rotonda", presso il quale ha conseguito il tesserino di giornalista pubblicista, con relativa iscrizione all'Albo nel 2008, e successivamente diventando Direttore Responsabile della testata giornalistica on line, zerottonove.it ed ora di zon.it

Check Also

laicità

Laicità dello Stato o segnali di inciviltà strisciante?

Dal principio di laicità dello Stato all’inciviltà strisciante di una Nazione patria del diritto Dalla …