Manchester, sui social emergono alcuni elementi relativi all’attentato

manchester

Pubblicati sui social messaggi che inneggiano all’attentato avvenuto a Manchester durante il concerto di Ariana Grande. La cantante “Non ho parole”

project adv

Manchester – “Sono a pezzi. Dal profondo del mio cuore, mi dispiace tanto. Non ho parole“. Questo è quello che la cantante statunitense Ariana Grande ha scritto sui social in seguito all’attentato terroristico di stanotte alla Manchester Arena, lo stadio dove si è esibita per la data inglese del suo Dangerous Woman World Tour. Il bilancio della strage è di 23 morti, tra cui alcuni bambini, e 60 feriti.manchester

Lo staff della popstar, 23 anni, idolo degli adolescenti di tutto il mondo, conferma le condizioni positive riguardo la sua salute: “Ariana sta bene. Tuttavia – dichiarano i componenti del suo entourage- ha subito un crollo nervoso, è incosolabile, per cui si vede costretta a rimandare a data da destinarsi le tappe europee del suo tour mondiale (comprese quelle italiane del 15 giugno a Roma e del 17 a Torino)”.

L’Isis ha rivendicato la strage

Secondo quanto è emerso dalle fonti, l’Isis avrebbe rivendicato l’attentato che, come confermato anche dalla polizia locale, è stato compiuto da un kamikaze “Un colpo riuscito e sorprendente quello che ha toccato la Manchester Arena!” esultano estasiati gli utenti pro-Isis sui forum, anche se, comunque, è ancora da definire se si tratti di un attentato di matrice jihadista.

Un attacco premeditato

manchester

Varie fonti dimostrano come questo attentato sia stato premeditato sui social, in particolare su Twitter, e quindi reso pubblico alla luce dei fatti. In particolare, sarebbe stato l’utente @owys663 (il cui account è stato preventivamente bloccato dagli sviluppatori della piattaforma) ad annunciare l’imminente strage suicida, scrivendo in vari post, 4 ore prima dell’inizio del concerto”Vi siete dimenticati della nostra minaccia? Questo è semplicemente il terrore, ne abbiamo ancora“.

Video del giorno