Ultime notizie
Home » Sport » Calcio » Napoli, al vento una ghiotta occasione
Napoli

Napoli, al vento una ghiotta occasione

Il Napoli contro la Lazio spreca tante occasioni e vede allontanarsi i play-off nel match tenutosi al centro sportivo Sant’Antimo (Na)

Poteva essere la svolta per il Napoli atta a consolidare la sua postazione nelle sfere alte della classifica.

napoli
Il Napoli sceso in campo contro la Lazio presso il centro sportivo di Sant’Antimo.

Invece questa sconfitta costringe i partenopei a stringere ulteriormente i denti e a lottare ancora di più fino alla fine per acciuffare la possibilità di accedere ai play-off.

Eppure questo Napoli contro la Lazio ha giocato bene ed a tratti ha mostrato una buona cognizione dei propri mezzi. In vantaggio allo scadere di tempo con Russo, nella ripresa ha legittimato il vantaggio con altre tre nitide occasioni da rete.

napoli
La terna di Napoli Lazio primavera.

I gravi errori in fase realizzativa  hanno però punito il Napoli: tre minuti di distrazione hanno portato la gara in favore degli ospiti.

Un uno-due spietato, tra il 65’ ed il 68’ con i laziali Ceka e Djassi hanno tramortito un Napoli che fino a quel momento era stato padrone del campo.  Dopo il vantaggio la Lazio ha mostrato più personalità ed il Napoli non ha avuto più la brillantezza di controbattere.

Tra i Partenopei,

napoli
Diego Acunzo ha tentato varie volte da fuori area.

buona la prova di Acunzo che in più occasioni ha provato la via del goal dalla distanza. Il giovanissimo Gaetano (classe 2000) che ha espresso un eccellente spirito di gruppo ha lasciato il posto al più esperto Negro. Il cannoniere dello scorso campionato ha creato ben tre nitide azioni da rete non concretizzate dai propri colleghi di reparto.  Nello scacchiere di difesa sempre inossidabile capitan Granata che in alcune circostanze ha fatto gli straordinari per rimediare a qualche errore di troppo nelle retrovie. Per la Lazio sempre presente nella linea mediana il possente Folorunsho sia in rottura che in costruzione.

napoli
Manolo Portanova figlio dell’ex azzuro Daniele Portanova.

Buona prova, tra i romani, anche di Portanova, un classe 2000 figlio dell’ex calciatore azzurro Daniele. Ben controllato per tutta la gara l’attaccante Djassi. Nell’unica volta che è stato perso di vista ha perfettamente finalizzato in rete. Al 68’ Portanova ben servito al limite dell’area partenopea elude la marcatura e lancia sulla destra per Bezziccheri. Millimetrico il cross del N. 10 Laziale per la testa di Djassi che con una precisa incornata porta la Lazio in vantaggio per il definitivo Napoli 1 Lazio 2.

Tabellino

NAPOLI : Schaper, Schiavi, Granata, Milanese, D’Ignazio, Acunzo (83’ Napolitano), Otranto, Abdallah, Della Corte (77’ Catavere), Gaetano (18’ Negro) e Russo. In panchina: Marfella, Mazzella, Bartiromo, Senese, Calabrese, Daddio, De Simone e  Ritieni.
Allenatore: Giampaolo Saurinii.

LAZIO : Adamonis, Spizzichino, Miceli, Petro, Ceka, Bezziccheri, Bari, Folorunsho, Portanova ( 89’ Rezzi), Djassi e Ndiaye (60’ Muzzi).
In panchina: Rus, Spiezio, Spurio, Cardoselli e Javorcic. Allenatore: Andrea Bonatti.

Marcatori:  43′ Russo  (N), 65′ Ceka (L), 68’  Djassi (L).

Arbitro :  Carrella  sez. AIA di Bari con gli assistenti Sig. De Palma e Pizzi di Termoli.

Ammonizioni: Acunzo e Abdallah del Napoli.

Scriveteci

commenti scritti.
GUARDA, ASCOLTA .... SCRIVI !!!
Leggi e Commenta le nostre rubriche e rimani aggiornato con un LIKE sulla nostra pagina FB ZON.it

About Pasquale D'Aniello

Pasquale D'Aniello
Pasquale D’Aniello, giornalista, nato a Sant’Antonio Abate in provincia di Napoli. Da sempre appassionato di calcio con alcune esperienze dilettantistiche sul campo e sulla panchina. Autore nel 2012 del Libro: "Scugnizzeria agli Albori di un Successo"​ e premiato a Gallipoli nel 2015 (Torneo Internazionale che assegna il Trofeo Caroli Hotels), quale miglior giornalista del calcio giovanile. L'approccio con il calcio giovanile dilettantistico e professionistico da qualche decennio, ha fatto maturare in me nuove convinzioni ed intravedere nuovi orizzonti. "​ Il calcio è educazione, è economia, è uno dei modi di essere società"​. Tutto questo mi ha portato ad essere un "Cronista del calcio giovanile Campano"​, con il fine ultimo di far comprendere che questo Sport deve essere una sana sfida per misurare l'estro calcistico e nulla ha, che possa riguardare il fanatismo e qualsiasi altra devianza che provoca rancore anche a pochi metri di distanza tra i vari campi di calcio. La fortuna poi, di incontrare tantissimi professionisti legati a questo mondo, ha fatto il resto...

Check Also

italbasket

ItalBasket: la nazionale di Messina comincia a prendere forma

L’ItalBasket di Messina comincia a prendere sempre più forma. Ecco i possibili 12 che affronteranno …