Ritornano Annalise e suoi “Keating four” in cerca di un nuovo inizio

project adv

Annalise Keating, la spregiudicata avvocatessa, torna nelle aule di tribunale. Anche i suoi quattro favoriti cercano con tutte le loro forze di tornare in carreggiata riprendendo in mano le redini della loro vita… o forse non tutti.

“Annalise strikes back”

Filo conduttore del secondo episodio de “Le regole del delitto perfetto” è sicuramente la voglia di ritornare in pista di Annalise nonché cercare di riparare al suo passato, analizzando accuratamente tutti gli errori che l’hanno portata fin qui. La terapia a cui lei è obbligata a sottoporsi sembra stia iniziando a dare i primi frutti. Decide, infatti, di ritornare nelle aule di tribunale aiutando, a titolo gratuito, la sua ex compagna di cella, vittima da adolescente di abusi sessuali e un passato tra strada e prigione. Ovviamente non avevamo dubbi che riuscisse a far uscire di prigione Jasmine, anche se qualcosa dal passato si sta facendo strada: infatti, chiave per il successo è stato sicuramente l’aiuto prezioso di Frank, sempre più intento a riguadagnarsi la fiducia di Annalise.

Un difficile inizio

Così come è chiara la voglia di Annalise di ricominciare, anche i suoi, ormai ex, collaboratori decidono di ritornare in pista. Infatti, durante l’episodio troviamo i “Keating four” alle prese con dei colloqui di lavoro. Sembra che tutti abbiano voglia di riscatto fatta eccezione per Connor, che rimette in discussione la sua voglia di diventare avvocato. Mentre Asher e Michaela ricevono offerte di lavoro, Laurel e Connor non vengono ricontattati, almeno questo è quello che sembrava. Laurel, infatti, decide di trascurare l’unica offerta che le era stata fatta, per dedicarsi anima e corpo alla vendetta per Wes.

Nuovi indizi

Verso la fine dell’episodio ci si ritrova catapultati due mesi e mezzo dopo. Si vede di nuovo Laurel sconvolta per la perdita del figlio, ma nuovi indizi si presentano. La prima cose che risalta è la presenza del terapista di Annalise che, allontanandosi dalla camera di Laurel, lascia un ennesimo messaggio nella segreteria telefonica dell’avvocatessa. Subito dopo vediamo Bonnie che si ritrova ad analizzare una scena del crimine e solo successivamente si capisce che la scena in questione è la camera di albergo di Annalise.

Che fine avrà fatto Annalise? Beh non ci resta che aspettare la prossima puntata.

Video del giorno