Il nuovo album di Greta Panettieri “Shattered – Sgretolata”.

greta panettieri

È uscito il nuovo disco di Greta Panettieri “Shattered – Sgretolata”, il quinto nella produzione della multiforme cantante e compositrice, registrato tra Roma e New York

project adv

Questo nuovo lavoro di Greta, composto quasi totalmente da brani originali, è un ritratto a 360° della sua sfaccettata personalità e del suo virtuoso percorso artistico che da sempre va oltre la definizione di genere e di stile.  Numerose e di pregio le collaborazioni incluse nel disco da Claudio “Greg” Gregori grande protagonista vocale e autore del testo di “Oppure no”, passando per New York il batterista Mauricio Zottarelli e il bassista Itaiguara Brandao, Francesco Diodati e tre colonne portanti del sassofono jazz italiano Max Ionata, Alfonso Deidda e Cristiano Arcelli.cover-album-shattered-sgretolata Il disco raccoglie tutto l’estro dei musicisti jazz  proposto agli ascoltatori in varie salse dalla ballad voce e chitarra, al brazilian contemporaneo, alla dedica a Bowie con una personalissima versione di “Life on Mars” nata durante uno dei suoi live negli studi di LA7, all’improvvisazione free e psichedelica di “Don’t Know”, allo swing di “Oppure no” e “Non ci giurerei”, al jazz moderno della titletrack di ispirazione shorteriana.

Il mix variegato di generi musicali differenti, come in un collage, permette di cambiare la texture di un brano e la percezione che si ha di esso risulta diversa dalla sua sostanza: è quindi possibile vestire di pop improvvisazioni d’avanguardia, fondere suoni acustici, analogici e digitali, giocare tra tradizione e innovazione. Ininterrotta la collaborazione con Andrea Sammartino  compositore e arrangiatore del disco.

Greta dichiara a proposito del suo lavoro: Mi sono sempre definita una cantante di jazz…ma non proprio. Improvviso, ma non faccio scat.  Mi piace il soul e l’R&B ma non faccio melismi. Mi piace la melodia ma non sono una cantante pop. Chi sono allora? Sono quello che suono. Canto quello che mi piace, come mi piace. Lascio libera la mia voce senza cercare di incastrarla in uno stile. Gli stili li “studio” ma mi si “sgretolano” addosso.”

“Oppure no”, è il frutto dell’incontro in RAI tra Greta e Claudio Gregori, in arte “Greg”, invitato sia come special guest che come autore del testo italiano di “How would I know” scritta a quattro mani da Andrea Sammartino e Greta. Il risultato è un brano esplosivo, ritmato, inevitabilmente divertente e ironico: la scrittura di Greg e la sua duplice interpretazione vocale hanno dato un nuovo accento alla raffinatezza dell’arrangiamento e al virtuosismo vocale di Greta, particolarmente accattivante in questo frizzante duetto.
“Don’t know” è uno dei brani che più rappresenta il concetto di “sgretolamento” di Greta, ma soprattutto il suo innato eclettismo musicale.
E’ in questa canzone che prendono voce tutte le sue personalità artistiche, soprattutto dal punto di vista strettamente vocale, con tessiture melodiche parallele che viaggiano su “mondi” musicali diversi, dalmainstream alla sperimentazione.


TRACKLIST: 
1. “Shattered”

2.“Oppure no”

3.“Don’t know”

4.“I’m in love”

5.“Non ci giurerei”

6.“Life on Mars”

7.“Look back”

8.“Pensamento feliz”

9.“Less is more”

LINE UP
Greta Panettieri – voice, compositions, arrangements, lyrics
Andrea Sammartino – compositions, arrangements, piano, organ, computer programming
Alessandro Paternesi – drums
Francesco Puglisi – doublebass
Daniele Mencarelli – electric bass
Francesco Ciniglio – drums
Francesco Fratini – trumpet
Alessio Bernardi – tenor & bariton sax
Federico Proietti – trombone

Video del giorno