La settima stagione di Once Upon A Time pone le sue basi con un primo episodio che può tranquillamente fungere anche da pilot. Una nuova storia ha quindi inizio. Peccato che tanto nuova, essa non sia

project adv

I primi minuti della 7×01 di Once Upon A Time ci riportano, come aveva fatto la scena finale dell’ultimo episodio della sesta stagione, alle medesime dinamiche della storia iniziata ben sette anni fa.

Henry Mills, colui che da bambino si era spinto fino all’appartamento della sua madre biologica chiedendole disperatamente di risvegliare i parenti dalla maledizione che li aveva condotti sul mondo degli umani, subisce la stessa identica situazione con Lucy, figlia dell’autore di fiabe e di Cenerentola, proveniente da un altro reame. Questa nuovo inizio darà davvero rinnovata linfa allo show, che da ormai qualche stagione zoppicava dal punto di vista di sceneggiatura?

Il trio storico di Once Upon A Time

Lana Parrilla, Colin O’ Donoughe e Robert Carlyle, gli unici attori del cast storico rimasti in pianta stabile nello show, si ripresentano al pubblico con personaggi inediti e, se vogliamo, di natura completamente differente rispetto a quelli con i quali abbiamo amato sognare nelle scorse stagioni.

Personaggio sicuramente più sorprendente risulta essere quello di Roni, la barista di Hyperion Heights interpretata dalla magistrale Parrilla. Esso si presenta fin da subito come determinato, gentile, di cuore e saggio.

Il discorso finale si dimostra, tra l’altro, perfetto per questo nuovo viaggio che i telespettatori si approcciano a fare. Colui che più si ricollega al suo personaggio delle scorse stagioni è, però, quello del poliziotto Rogers: lo vediamo, infatti, a fine episodio con in mano il nuovo libro delle fiabe, che fissa un disegno di Emma, la protagonista nelle passate stagioni.

Cosa le sarà successo? Perché solo Regina, Hook e Rumple sembrano essere le uniche vittime provenienti da Storybrook?

Siamo davvero sicuri che abbiano dimenticato le loro vere identità? E se la storica città fosse scomparsa?

Nonostante il cast rivoluzionato e la storia azzerata, i personaggi più interessanti restano proprio quelli di sempre. 

Nuovi personaggi, stesse fiabe

Ciò che colpisce della nuova Cenerentola, protagonista del nuovo arco narrativo, è indubbiamente il suo carattere opposto alla versione precedente: intraprendente, furba e vendicativa, la ragazza è intenzionata ad andare al ballo non per essere scelta dal bel principe intento a cercare moglie, bensì per ucciderlo in nome del defunto padre, assassinato proprio dal principe.

Nonostante l’originalità della vicenda, l’incontro con Henry ci ricorda fin troppo quello tra i Charming, così come la Matrigna di Cenerentola sia la palese copia della Regina della prima stagione.

Poster della Stagione 7

Unico aspetto davvero interessante della nuova villain risulta essere il suo rifiuto verso l’utilizzo delle arti magiche. Se non è stata lei, allora chi può aver orchestrato il piano che ha condotto i personaggi delle fiabe ad Hyperion Heights? Forse si può già azzardare qualche ipotesi.

E se si trattasse di Alice? La nuova reincarnazione del personaggio si presenta come il più misterioso della nuova stagione, e intrigante sembra essere il rapporto tra lei e Rumple.

Perché la ragazza ha rapito Henry durante il ballo di Cenerentola? Chi è realmente Alice? E se tutta la vicenda fosse nata proprio a causa sua?

E se in realtà fosse figlia di Emma e Hook, e per questa ragione anche lui vivesse in città?

Si tratta solo del primo episodio, ma l’importanza di questo interessantissimo personaggio sembra già abbastanza palese.

Considerazioni finali

Nonostante il nuovo cast risulti zoppicante in molte scene (specialmente la nuova Cenerentola, caratterizzata bene ma recitata male), questa premiere di Once Upon a Time ci riporta ai fasti di un tempo specialmente perché, da quei fasti, ne riprende la maggior parte delle caratteristiche.

Ciò che non manca è però la curiosità: tutte le domande createsi in questo episodio, se portate avanti con risoluzioni convincenti, potrebbero davvero far smettere di rimpiangere i telespettatori la doverosa interruzione dello show con il perfetto finale della sesta stagione. In conclusione, questa premiere intriga molto pur scivolando spesso in ripetizioni che, purtroppo, difficilmente si sarebbero potute evitare.

Alla prossima puntata, con il ritorno di Emma e nuove informazioni su questa maledizione che sa di passato ma che potrebbe dare soddisfazioni in futuro.

VOTO: 7/10

 

Video del giorno