Ultime notizie
Home » ZON Magazine » aZONzo » Piccole Dolomiti Lucane lungo l’emozionante “Via Ferrata”
Piccole Dolomiti Lucane
Via ferrata Salemm ©Animerranti

Piccole Dolomiti Lucane lungo l’emozionante “Via Ferrata”

Lo straordinario percorso lungo la “Via Ferrata” alla scoperta delle Piccole Dolomiti Lucane : la Marcirosa e la Salemm, due incantevoli paesi incastonati nella roccia

Nello splendido scenario delle Piccole Dolomiti Lucane, fra i due incantevoli paesi incastonati nella roccia e classificati come Borghi antichi più belli d’Italia di Castelmezzano e Pietrapertosa, troviamo l’adrenalinica e meravigliosa Via Ferrata delle Piccole Dolomiti Lucane. 

Via ferrata Dolomiti Lucane ©Animerranti

Lunga complessivamente ben oltre 3.500 metri, regala panorami mozzafiato giungendo ad un’altezza massima di ben 914 metri, e include l’attraversamento di un ponte romano, un ponte nepalese e due ponti tibetani.

Via ferrata Salemm ©Animerranti

Complessivamente la Via Ferrata è composta da due percorsi che si diramano lungo le pareti rocciose delle Piccole Dolomiti Lucane : rispettivamente la Via Ferrata Salemm verso Castelmezzano e la Via Ferrata Marcirosa verso Pietrapertosa.

Più panoramica e tecnica la Salemm, mentre più tosta per il dislivello la Marcirosa, si sviluppano entrambe in un percorso attrezzato per scalare le splendide Dolomiti, ammirare l’incantevole bellezza di questo luogo e vivere forti emozioni immersi in un patrimonio naturale di esclusiva bellezza.

Una via ferrata che regala panorami mozzafiato fra tratti completamente strapiombanti, camminate verticali e punti panoramici.

Proprio al centro dei due percorsi della Via Ferrata delle Piccole Dolomiti Lucane , ad unirli, il suggestivo Ponte Nepalese, lungo ben 72 metri e sospeso a 35 metri di altezza.

Ponte Nepalese ©Animerranti
Via ferrata Salemm ©Animerranti

Ci vorrà tanta voglia e buona volontà, unita ad uno sforzo fisico, per compierle; ma posso garantirvi che ogni passo verso la cima, ogni arrampicata, ogni allongiamento in salita ed ogni tratto strapiombante, saranno ricompensati alla grande dai panorami mozzafiato che ammirerete lungo tutto il percorso, e dalla soddisfazione che proverete nel raggiungere le vette.

Metterete alla prova voi stessi, le vostre capacità, le vostre paure, il vostro corpo e la vostro mente; ma il raggiungimento di ogni percorso, sarà per voi una soddisfazione personale.

Entrambi i percorsi partono nei pressi del ponte romano, sito dopo la grande radura Antro delle Streghe, che fa parte del Percorso delle Sette Pietre, ossia un percorso visivo-sonoro che trae ispirazione dai racconti tramandati oralmente fra le generazioni, e su cui si fonda il testo Vito ballava con le streghe di Mimmo Sammartino. Leggi di più: clicca qui.

Antro delle Streghe ©Animerranti
Il volo dell’angelo di Animerranti ©Animerranti

Inaugurata nel luglio 2015, la Via Ferrata amplia la già ricca offerta turistica dei Paesi di Castelmezzano e Pietrapertosa, data dal volo dell’angelo, i sentieri di trekking presenti fra cui quello delle Sette Pietre, i caratteristici borghi antichi incastonati nella roccia e l’ottima cucina tipica lucana; nel panorama spettacolare delle Dolomiti Lucane, ha rappresento un’ottimo mezzo per valorizzare questi due splendidi Borghi antichi che, grazie alla bravura dei sindaci ed allo spirito di collaborazione e iniziativa locale, stanno ottenendo meritata visibilità a livello nazionale.

Via Ferrata Salemm, che si dirama verso Castelmezzano

Via ferrata Salemm ©Animerranti
  • Difficoltà EEA-poco difficile
  • Lunghezza 1.731 metri
  • Dislivello 249 metri
  • Si accede alla via ferrata tramite un sentiero di avvicinamento con partenza dal ponte romano fino all’ attacco del percorso attrezzato che conduce alla . La lunghezza del sentiero è di circa 739 metri ed il dislivello è di circa 34 metri; tempo di percorrenza stimato in 45 minuti.
  • Il percorso attrezzato ha una lunghezza di circa 992 metri ed un il dislivello di circa 215 metri
  • Tempo di percorrenza stimato in circa 2 ore.
  • Un sentiero di allontanamento dalla via ferrata porta fino alla strada comunale Peschiere, posta nelle immediate vicinanze del centro storico, per una lunghezza di circa 180 m, con andamento quasi pianeggiante, ed un tempo di percorrenza stimato in 15 minuti.
  • Sono presenti più punti Via di Fuga.

N.B. la Via Ferrata Salemm è altresì raggiungibile tramite il percorso attrezzato che dal Ponte Romano conduce al Ponte Nepalese, e superato esso prosegue con la via ferrata con uno dei tratti, a nostro avviso, più belli e impegnativi.

Foto Gallery Via Ferrata Salemm, a cura di Animerranti:

Via Ferrata Marcirosa, che si dirama verso Pietrapertosa

Via ferrata Marcirosa ©Animerranti
  • Difficoltà EEA-poco difficile
  • Lunghezza 1.778 metri
  • Dislivello 331 metri
  • Si accede alla via ferrata tramite un sentiero di avvicinamento con partenza dal ponte romano fino all’attacco del percorso attrezzato. La lunghezza del sentiero è di circa 452 metri ed il dislivello è di circa 11 metri; tempo di percorrenza stimato in 30 minuti.
  • Il percorso attrezzato ha una lunghezza di circa 862 metri ed un il dislivello di circa 276 metri.
  • Lungo la stessa sono posizionati due ponti Tibetani della luce di 7 e 10 metri.
  • Tempo di percorrenza stimato in circa 2 ore e 20 minuti.
  • Il sentiero di allontanamento alla fine del percorso attrezzato conduce alla Stazione di partenza del Volo dell’Angelo di Pietrapertosa. La lunghezza del sentiero è di circa 446 metri ed il dislivello è di circa 66 metri, tempo di percorrenza di 20 minuti.
  • Sono presenti più punti Via di Fuga.

Foto Gallery Via Ferrata Marcirosa, a cura di Animerranti:

Scarica la mappa della Via Ferrata attraverso le Piccole Dolomiti Lucane in formato pdf: clicca qui.

via ferrata

Consigli e Raccomandazioni:

La Via Ferrata delle Piccole Dolomiti Lucane è accessibile a tutti coloro che godano di un minimo di preparazione fisica adeguata, essendo classificata con un grado di difficoltà EEA – poco difficile, e che non soffrano di paura del vuoto.
Ovviamente, per avventurarsi nel suo svolgimento, è indispensabile possedere l’esperienza adatta ed il materiale specifico; l’attrezzatura minima consigliata è la seguente:

• set completo da ferrata con moschettoni e dissipatore

• imbrago

• casco per alpinismo

• guanti da ferrata

• scarponi da ferrata

Per chi non la possedesse, la stessa è noleggiabile presso le Biglietterie del Volo dell’Angelo di Castelmezzano o Pietrapertosa.

Inoltre, per chi volesse provare questa esperienza ma non dispone della conoscenza adeguata per svolgerla in autonomia, è raccomandabile farsi accompagnare da una guida esperta; ecco i numeri per prenotare una Guida ufficiale delle Dolomiti Lucane: Castelmezzano 0971 986042 – Pietrapertosa 0971 983110 – Cell. 334 7880084 / 331 9340456.

tutte le seguenti informazioni tecniche sono state reperite sui Siti Ufficiali Volo dell’angelo e Le Dolomiti Lucane, cui teniamo porgere ringraziamenti.

Dove dormire a Castelmezzano:

Per il vostro soggiorno a Castelmezzano vi suggeriamo la splendida location della Grotta dell’eremita, il luogo perfetto per concedersi momenti di puro piacere, relax e benessere, godendo di qualità e cortesia uniti ad una splendida location.

Sita a soli 5 km da Castelmezzano, la Grotta dell’Eremita è un’azienda agrituristica agricola costituita da un antico borgo risalente al XIV secolo, che si espande su ben 23 ettari di terreno ed e immersa nel verde del Parco Regionale Gallipoli Cognato Piccole Dolomiti Lucane.

Gli ospiti dell’Agriturismo potranno soggiornare in una delle 15 camere, tutte ampie e luminose, e che vantano un design rustico; e dopo una gradevole dormita, potranno gustare una piacevole colazione a base di prodotti tipici di propria produzione come latte appena munto, ricottine di giornata, miele aziendale, dolci fatti in casa e tante altre specialità.

Gli amanti delle passeggiate all’aria aperta, potranno inoltre godere di escursioni in bici, a piedi o a cavallo, e giovare perfino delle attività offerte dallo splendido centro ippico I Cavalieri dell’Eremita.

Gli ospiti potranno inoltre giovare della sala svago, attrezzata con ping pong, carambola, libri, giochi da tavola e tv, e gustare anche a pranzo e cena la tipica cucina tradizionale, con esclusive pietanze a Km 0 di esclusiva produzione aziendale, fra cui formaggi freschi o stagionati, carni fresche e insaccati, miele millefiori e yogurt di capra, con la qualità garantita da un’azienda agrituristica agricola che da anni si occupa dell’allevamento di suini, caprini, ovini, mucche podiche e cavalli.

Qualità e cortiesia vi attendono in questo agriturismo pluri-premiato, che da oltre 3 generazioni si prende cura dei suoi ospiti; fra i vari riconoscimenti spiccano alcuni come il 2° posto miglior agriturismo in Italia nel 2010, il marchio ospitalità Italiana, ed il marchio regionale Io Mangio Lucano. Inoltre, l’agriturismo è attivo per il turismo sostenibile.

Guarda la struttura: SitoWebFacebookprenota Clicca qui.

Dove dormire a Pietrapertosa:

Per il vostro soggiorno a Pietrapertosa vi suggeriamo La Casa di Penelope & Cirene; sita in pieno centro storico, “La casa di mamma Penelope e zia Cirene certe notti è il posto più vicino alle stelle che si incontrano con le rocce”.

Una struttura accogliente e familiare, che accetta animali, e dove vi attenderà l’accoglienza della simpatica e premurosa Teresa, che saprà mettervi subito a vostro agio.

Guarda la struttura: Facebookprenota Clicca qui.

Da sottolineare vi è anche l’accoglienza ed onestà delle persone e delle attività in loco, che offrono prodotti di qualità a prezzi onesti; da non perdere una pausa alla Panetteria Trivigno in cui gustare ottimi tranci di pizza a lievitazione naturale a soli 1 euro, ed un aperitivo al Bar Mad sito proprio nella piazza di Castelmezzano.

Concedetevi anche un viaggio tra i sapori e le tradizioni della basilicata con un’ottima cena da Peperuskodove potrete gustare prodotti tipici e locali, fra cui il caratteristico peperone crusco, la salsiccia lucana ed il caciocavallo con miele.

Continuate a seguirci per scoprire le prossime tappe dei nostri viaggie se anche voi amate viaggiare e volete condividere le vostre esperienze, i vostri racconti di viaggio, esporre dubbi, o semplicemente trovare l’ispirazione,  seguiteci alla pagina Facebook Animerranti e su Youtubee unitevi al nostro gruppo Anime in viaggio. 

Scriveteci

commenti scritti.
GUARDA, ASCOLTA .... SCRIVI !!!
Leggi e Commenta le nostre rubriche e rimani aggiornato con un LIKE sulla nostra pagina FB ZON.it

About Annalisa Galloni

Annalisa Galloni
Annalisa Galloni nasce a Napoli nel 1986. Amante dei libri e della scrittura, inizia la sua carriera giornalistica nel 2015 collaborando con la testata Nazionale ZON.IT, dove lavora attualmente come responsabile della rubrica viaggi aZONzo e come giornalista/pubblicista, foto/video reporter.

Check Also

Giffoni Experience

Giffoni Experience 2017, ecco i lungometraggi vincitori

  Giffoni Experience 2017, ecco tutti i lungometraggi vincitori della 47° edizione. I film sono …