Ultime notizie
Home » ZON Magazine » aZONzo » Come preparare lo zaino perfetto per viaggiare
zaino

Come preparare lo zaino perfetto per viaggiare

Come preparare lo zaino perfetto per viaggiare: ecco le regole da seguire

Ogni volta che dobbiamo partire per un viaggio, che sia di pochi giorni o di mesi interi, preparare la valigia perfetta è sempre una delle imprese più ardue.

Il rischio è sempre lo stesso: portare con noi troppe cose superflue, e dimenticarci di quelle essenziali.

Quante volte mi è capitato di portare con me oggetti mai utilizzati lungo il viaggio, o addirittura che ho abbandonato lungo la via per recuperare peso e spazio; e quante volte mi sono, invece, ritrovata senza aver con me qualcosa di così essenziale e banale, magari anche introvabile nel luogo in cui ero, che mi sembrava assurdo non averlo portato.

Allora ecco che ho pensato fosse utile stilare un elenco di regole base da seguire, per preparare una valigia perfetta, da veri viaggiatori.

1) Dimenticatevi della valigia! Acquistate uno zaino tecnico

Avete mai provato a trascinarvi dietro una valigia mono spalla, o addirittura un trolley, su e giù per le scale di Venezia o per le lunghe e interminabili scalinate delle stazioni ferroviarie di Parigi? Ed in una strada in salita?

Magari proprio in una giornata di pioggia, quando dovreste essere intenti a tenere il cellulare nella vostra mano per guardare e seguire le indicazioni del navigatore e raggiungere la strada dell’hostel o dell’albergo, ma vi  ritrovate con una mano a tenere l’ombrello e con l’altra la valigia?

Avere le mani sempre libere, specialmente durante viaggi lunghi che prevedono molti spostamenti, è di fondamentale importanza. E non importa se non sarete chic o eleganti con lo zaino sulle spalle; siete lì per viaggiare, e per farlo nella maniera più comoda possibile.

Optate, quindi, per uno zaino tecnico, pratico e confortevole; io, personalmente, ho trovato la soluzione perfetta con lo zaino Forclaz 50 litri, di Decathlon.

Comodissimo, grazie allo spesso maniglione in vita che consente di scaricare il peso sul bacino senza appesantire la schiena; è dotato sia della classica apertura dall’alto, che di una comoda apertura frontale, così da poter prendere subito anche ciò che abbiamo depositato nel fondo di esso. Ed è adatto come bagaglio a mano per la maggior parte delle compagnie aeree low-cost.

Potete vedere tutti i dettagli e acquistarlo a questo link: Zaino Forclaz 50 litri.

Inoltre, portate con voi anche uno zainetto piccolo per le uscite o escursioni quotidiane; io utilizzo quello da 20 litri dell’Arpenaz. Costa soli 9 euro, ed è pratico e leggero.

Potete vedere tutti i dettagli e acquistarlo a questo link: Zaino Arpenaz 20 litri

2) Portate con voi solo 3 ricambi!

Dimenticatevi di poter portare con voi ogni maglietta, pantalone o indumento preferito; non avrete mai il tempo di indossarli tutti. Inoltre, ogni indumento, oltre ad occupare uno spazio, ha un peso ben specifico.

Avete mai pesato una t-shirt o un pantalone? Se la risposta è no, allora fatelo, e vedrete che ogni indumento, anche quello che vi sembra il più leggero, varia dai 200 gr ad addirittura oltre 1 kg!

Dovrete scegliere con cura 3 abbinamenti utili e confortevoli, adatti a più utilizzi; magari di colori abbinabili gli uni con gli altri, così da poter intercambiare gli indumenti fra di loro.

E non importa se non avrete l’abbigliamento adatto per ogni occasione, dalle serate in discoteca ai trekking in montagna; conta stare comodi!

Se proprio volete, provate a scegliere una t-shirt che vada bene per entrambe le occasioni. E ricordate che, se proprio dovreste aver bisogno di qualcosa di specifico, potrete tranquillamente acquistarlo nella zona in cui sarete, avendo così anche la scusa per fare un po’ di shopping e vestirvi seguendo usi e costumi locali.

Inoltre, se state intraprendendo viaggi in luoghi molto caldi e che prevedono escursioni di trekking, optate per indumenti tecnici e di rapida asciugatura, così da poterli lavare tutti i giorni e averli sempre disponibili.

Io uso molto le canotte tecniche di decathlon, quasi sempre di colori scuri (così da evitare di macchiarle in pochi minuti); economiche, resistenti, leggere e traspiranti, sono comode e si asciugano in brevissimo tempo. Ecco un esempio:

Potete vedere tutti i dettagli e acquistarlo a questo link: Canotta donna my top

3) Portate con voi sempre un impermeabile!

Vi sembrerà banale, ma avere con voi un impermeabile che vi salvi dagli acquazzoni… è una salvezza incredibile.

A meno che non vi stiate dirigendo in uno di quei luoghi che vanta 365 giorni di sole all’anno, non potete mai sapere se, durante tutto il viaggio, beccherete qualche giornata di mal tempo. E l’ombrello, almeno per me, è scomodissimo!

Io porto sempre con me l’impermeabile lungo che copre sia il mio corpo, dalla testa alle ginocchia, che lo zaino; è infatti perfettamente compatibile con le dimensioni del mio zaino, così da infilarlo direttamente anche su esso; a differenza degli altri poncho, ha le maniche, così da non bagnarmi neanche le braccia. E posso continuare ad avere le mani libere, anche in caso di pioggia 🙂

Potete vedere tutti i dettagli e acquistarlo a questo link: Poncho adulto Arpenaz 

4) Ricordatevi di portare con voi le medicine!

Tendiamo sempre a lamentarci, o almeno io lo facevo, ogni volta che mia mamma mi diceva: “portati la tachipirina, il bentelan ed il moment”. Pensavo fossero cose inutili e non essenziali, ma mi sbagliavo.

Quando viaggi in posti oltre Europa, come la Thailandia, e sei colta da un’allergia improvvisa per aver toccato una pianta a cui non sapevi di essere allergica, fidatevi, avere un bentelan a portata di mano che ti salva la vita, è fondamentale.

Inoltre tenete sempre presente che, fuori dal vostro Stato, ogni medicina di cui potreste aver bisogno ha un nome diverso, e talvolta necessita addirittura della prescrizione medica; non riuscireste, quindi, a trovare il solito medicinale a cui siete abituati, e che già siete certi farà effetto.

5) Usate il marsupio!

E’ di fondamentale importanza “preservare” soldi e documenti!

Non lasciate mai né l’uno, né l’altro, incustoditi; ma prendete la sana abitudine di tenerli sempre con voi, a portata di mano, ed in totale sicurezza, sul vostro corpo.

Io uso sempre un piccolo e comodo marsupio da vita, non quello usuale grande e facile da notare, ma bensì quello piccolo e sottile (ufficialmente creato per smartphone), di un colore scuro, così da poterlo nascondere tranquillamente sotto ogni t-shirt. Ecco un esempio:

Potete vedere tutti i dettagli e acquistarlo a questo link: Marsupio Decathlon.

Inoltre, tendo sempre a portare con me sia una seconda carta ricaricabile (tipo postapay), che una fotocopia del passaporto;

I documenti, i soldi, e la carta di credito lì tengo con me nel marsupio; mentre la carta ricaricabile, una cinquantina di euro contanti e la fotocopia del documento, li ripongo in una tasca infondo alla zaino: non si sa mai perdessi proprio il marsupio!

Sperando che questi consigli vi siano stati utili, non mi resta che augurarvi Buon Viaggio 🙂

Ph @Annalisa Galloni

Se anche tu ami viaggiare e vuoi condividere le tue esperienze di viaggio, esporre i tuoi dubbi, o semplicemente trovare l’ispirazione, unisciti al nostro gruppo Viaggiare by Annalisa Galloni e seguici alla pagina Facebook Viaggiare by Annalisa Galloni e su Youtube.

 

Scriveteci

commenti scritti.
GUARDA, ASCOLTA .... SCRIVI !!!
Leggi e Commenta le nostre rubriche e rimani aggiornato con un LIKE sulla nostra pagina FB ZON.it

About Annalisa Galloni

Annalisa Galloni
Annalisa Galloni nasce a Napoli nel 1986. Amante dei libri e della scrittura, inizia la sua carriera giornalistica nel 2015 collaborando con la testata Nazionale ZON.IT, dove lavora attualmente come responsabile della rubrica viaggi aZONzo e come giornalista/pubblicista, foto/video reporter.

Check Also

Pirati dei Caraibi

La recensione di “Pirati dei Caraibi – La vendetta di Salazar”

È arrivato il weekend tanto atteso dai fans della saga di “Pirati dei Caraibi”; il …