Solovino, il cane sordo adottato dopo 11 anni di randagismo

fonte: La Stampa

Solovino è un termine spagnolo che significa “venuto da solo”, ed è così che il cane è stato ribattezzato dalla signora che lo ha ritrovato sotto il porticato di casa, a Los Angeles

project adv

Poiché Solovino non è tornato in strada nei giorni seguenti, la donna ha contattato il canile locale, Rocket Dog Rescue.

L’anziano cane è rimasto per un anno nel rifugio, passando di famiglia in famiglia, che hanno successivamente restituito il povero Solo al canile. Dopo aver trascorso anni di stenti e di sofferenza in strada, sembrava che Solo dovesse finire la sua esistenza chiuso in un box.

Finché un giorno, la signora Carol Messina vede l’immagine di Solovino sul web e ne rimane folgorata – secondo quanto riportato da La Stampa. Carol decide di adottare l’anziano cane di ormai 12 anni. I primi tempi non stati facili, poiché Solo è sempre stato un cane randagio, quindi non abituato alla presenza umana. Inoltre, data l’età, soffriva di male ai denti e aveva ormai perso l’udito.

La padrona, allora, ha trovato diverse soluzioni per agevolare la convivenza con l’amico a quattro zampe, come ad esempio accendere e spegnere la luce ogni qual volta entra in una stanza, in modo tale che Solo possa accorgersi della sua presenza.

Quando il destino sembrava doversi concludere sulle strade di Los Angeles dopo 11 anni di solitudine, si è aperta una nuova vita per Solovino, grazie ad una famiglia che gli vuole bene e si prende cura di lui.

Video del giorno