Stati Uniti: ragazzo di 14 anni arrestato per aver costruito un orologio!

Orologio

È la storia di Ahmed Mohamed, ragazzino di 14 anni arrestato in America per aver costruito un orologio a casa e accusato di averlo portato a scuola per commettere una strage

project adv

L’ondata xenofoba è inarrestabile, e purtroppo colpisce anche luoghi, come le scuole, che dovrebbero essere “salvi” da ogni contaminazione che non sia culturale.

Costruito a casa, e portato a scuola, un piccolo orologio. Purtroppo invece di premiare l’ingegno, il ragazzino si è trovato una squadra di poliziotti in aula ed è stato portato via, reo di aver costruito, a detta della maestra, una bomba.

Un probabile terrorista dunque. La domanda che sorge spontanea è: “Se fosse stato un ragazzino americano?”

Il padre di Ahmed teme che sia stata una scelta condizionata dalle loro origini musulmane. Come non dargli torto, valutando la velocità e la prontezza che hanno avuto le maestre nel denunciare subito il bambino e farlo arrestare.

Nonostante tutto l’orologio è un mix di ingegno e praticità; costruito con semplici materiali, ha un circuito di alimentazione cablato con un display digitale, il tutto rinchiuso in una scatola che trasmette un ologramma.

Portato a scuola e mostrato come “compito” alla sua maestra di ingegneria.

Le maestre si giustificano raccontando che l’aggeggio era anche carino, ma aveva tutta l’impressione di una vera e propria bomba. Spaventate poi, dall’improvviso illuminare e suonare della sveglia, hanno contattato subito la polizia locale che non ha esitato a sequestrare “l’ordigno” e arrestare il ragazzino.

orologio

Mark Zuckerberg da Twitter fa sapere che potrebbe avere anche un posto alla “Facebook”, in quanto lui, come molti altri, apprezzano ed applaudono (e non arrestano…) l’ingegno e l’ambizione:

“You’ve probably seen the story about Ahmed, the 14 year old student in Texas who built a clock and was arrested when he took it to school. Having the skill and ambition to build something cool should lead to applause, not arrest. The future belongs to people like Ahmed. Ahmed, if you ever want to come by Facebook, I’d love to meet you. Keep building”.

Anche il presidente Obama stamane ha voluto dire la sua dal suo profilo Twitter, con serietà e anche un pizzico di ironia invitandolo alla “White House”:

“Cool clock, Ahmed. Want to bring it to the White House? We should inspire more kids like you to like science. It’s what makes America great.”

Quando una buona dose di cultura renderebbe il mondo un posto migliore.

Video del giorno

CONDIVIDI
Articolo precedenteIl mito intramontabile di Maria Callas
Prossimo articoloIron Maiden, l’album da record e il tour mondiale
Provo a fare lo scrittore, ci provo. E come tutti gli scrittori soffro della sindrome del blocco dello scrittore, più o meno da quando sono nato. Il mio unico libro, che uscirà forse mai, è l'autobiografia di ciò che in parte sono, in parte non avrei mai voluto essere. Pessimista per natura, eternamente sulla cresta della ragione (nel senso che ho sempre ragione). Vorrei fare il giornalista, ma alcuni dicono che spiare Belen e Stefano, non fa di me un giornalista, al massimo un pessimo guardone. Saccente (lo dice mammà), sarcastico (lo dice la guagliona). "Cazzimmoso" per gli amici, perfetto per me. Studente di sociologia, da una vita. Biocentrico dalla nascita. Amante della natura, della vita selvaggia e di tutto ciò che non è "umano" o creato in trascendenza dall'uomo o per esso.