Atalanta-Dragowski 0-0: l’Empoli ringrazia il portiere e ferma la Dea

dragowski, atalanta-empoli
Foto: Empoli FC

Monday night tra Atalanta ed Empoli che termina a reti inviolata: Dragowski salva i suoi e ferma la corsa della squadra di Gasperini

Il Monday night tra Atalanta-Empoli ha un protagonista indiscusso: Bartlomej Dragowski. Il portiere polacco della squadra di Andreazzoli compie miracoli in serie e regala un punto prezioso ai suoi. Finisce 0-0 all’Atleti Azzurri d’Italia.

La partita

E’ stato praticamente un tiro a segno (le statistiche a fine partita diranno 32 tiri a 2) quello della squadra di Gasperini contro i toscani ma il muro eretto dal numero 1 ospite (di proprietà della Fiorentina) è stato insuperabile. Eppure l’inizio gara aveva visto l’Empoli rendersi pericoloso con Farias ma un grande intervento di Gollini ha salvato la Dea.

Poi ha preso il comando del gioco l’Atalanta fino all’ultimo minuto di partita: la prima grande chance ce l’ha Hateboer ma il suo colpo di testa sotto-porta termina clamorosamente alto. Poi inizia il Dragowski-show: prima si distende su una conclusione dal limite di De Roon, poi sbarra la strada a Freuler. Lo svizzero ci prova una seconda volta ma è Di Lorenzo a salvare quasi sulla linea.

Poi entra in scena Ilicic che sembra calciare un rigore in movimento intorno alla mezz’ora ma ancora il portiere polacco a dirgli di no con una grandissima risposta con la mano destra. Lo sloveno della Dea ha una nuova chance ma la spreca malamente con il sinistro. E l’Empoli? Degni di nota sono i due infortuni di Antonelli (uscito in lacrime al 13′) e Farias, costretti ad uscire già nella prima frazione di gioco.

Nella ripresa, non cambia il ritmo della gara: Atalanta nella metà campo avversaria, Empoli che difende e prova a ripartire. La prima grande occasione è sulla testa di Hateboer che dà due passi sembra riuscire nell’intento di segnare ma ancora un super-Dragowski gli dice di no, tenendo in campo il pallone e salvando i suoi. Quando il numero 1 dell’Empoli viene superato, Zapata (in giornata no) manca il pallone per una questione di centimetri e spreca l’1-0. Il colombiano non approfitta anche di altre occasioni e viene sostituito da Barrow.

L’Atalanta prova con i rinforzi dalla difesa ed è Mancini a provarci in rovesciata ma senza inquadrare la porta. Gasperini nel finale di gara manda in campo anche il classe 2001 Piccoli per vincere la partita. L’Empoli si affaccia una sola volta in avanti e Di Lorenzo calcia malissimo da dentro l’area, mandando a lato.

L’ultimo sussulto del match è un colpo di tacco di Gianluca Mancini ma Dragowski è lì e blocca l’ennesimo pallone della partita, stabilendo un record: 17 parate in 90 minuti, superando un precedente primato che durava dal 2004/05.

L’Atalanta perde due punti preziosi e lascia il Milan solo al 4° posto. L’Empoli conquista un punticino davvero prezioso per quanto visto in campo ed il merito è solo del suo portiere.