By the Sea, l’amore naufragato di Jolie-Pitt

Prima PaginaBy the Sea, l'amore naufragato di Jolie-Pitt

Quasi dieci anni dopo Mr e Mrs Smith, la coppia d’oro di Hollywood torna a recitare insieme in By The Sea, sceneggiato da Angelina Jolie Pitt: e l’amore naufraga. By the Sea è uscito ieri nelle sale italiane

[ads1]

By the Sea è la storia di Roland, scrittore in crisi d’ispirazione, che annega nell’alcool i propri insuccessi, e Vanessa, ex ballerina, reduce da traumi esistenziali, ormai troppo avanti con l’età, immersa in profondi stati depressivi, aspirazioni suicide, momenti di ira e di negazione.

Una coppia americana in piena crisi matrimoniale, che in una tranquilla località balneare nella Francia degli anni ’70, frequenta una giovane coppia di sposi, arrivando ad affrontare i problemi irrisolti della propria vita matrimoniale.

By the Sea: l'amore naufragato tra Jolie-Pitt

La contestualizzazione della storia è solo un pretesto, lo sfondo marginale che “sottrae la storia a tutte le distrazioni della vita contemporanea e permette di concentrarsi sulle emozioni provate dai personaggi nel corso del loro viaggio”. Fuori dal tempo e quindi contemporaneo ed universale. Un viaggio nell’inconscio, nel non detto di ogni rapporto, che si scontra con l’impeto iniziale. Nel tempo rimangono solo il pathos e il silenzio ad alimentare l’amore.

L’amarezza, che emerge negli indolenti pomeriggi in riva la mare, stride con la colonna sonora di Harry Nilsson, che recita “It’s the perfect way to end a perfect day”: un contrasto che coglie l’essenza di una fredda routine distruttiva, che indaga il vuoto e il gelo interiore, il vissuto di solitudini che solo l’amore può far provare. Nascosti dagli enormi occhiali da sole, gli occhi di Angelina Jolie Pitt – così si firma alla regia – fanno emergere sogni irrealizzati e il sospetto di una complicità persa, a cui ora i protagonisti guardano con distacco e disgusto. Un viaggio tautologico di vite spezzate e logorate dall’altro. 

By the Sea: l'amore naufragato di Jolie-PittVanessa si sottrae a Roland, come compagna, come moglie, come amante: è evidente la minaccia di un fantasma del passato. Poi l’inevitabile menage, la fantasia che libera le frustrazioni e l’intimità, a discapito di una coppia più giovane e innamorata. Una fessura nel muro, sarà il mezzo voyeuristico sull’amore perduto, innanzitutto quello per se stessi. E allora la decadenza di un logoro matrimonio prenderà vigore dall’energia di un amore fresco e appassionato. E sarà proprio Vanessa a coinvolgere Roland, sfidando i limiti del loro rapporto: “Vuoi farmi male? –  le chiede Roland – Fammi male!“.

By the Sea: l'amore naufragato di Jolie-PittBy the Sea è il racconto dell’annichilimento dei sentimenti, dell’infelicità e delle disillusioni che fanno naufragare un amore, ritratto magistralmente dalla ricercata fotografia vintage ma nitida di Christian Berger. 

Una laconica autoanalisi, un sapiente gioco registico che sfrutta un spudorato mise en abyme con la realtà, che i Brangelina mettono in scena fisicamente e psicologicamente, analizzandosi attraverso una storia diversa dalla propria. C’è un sottile parallelo con By the Sea, che è proprio della coppia Jolie-Pitt, come di quelle di tutto il mondo: quando l’amore è sublimato in quotidianità, dolore e insofferenza dell’altro, si finisce per odiare chi un tempo forse si è amato più di se stessi.    

[ads2]

Redazione ZONhttps://zon.it
I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo.

Covid-19

Italia
78,484
Totale di casi attivi
Updated on 30 July 2021 - 05:02 05:02