Roger Federer, atp basilea
Foto: YT Tennis TV

Dopo l’annuncio del padrone di casa e i dubbi della scorse settimane, è arrivata l’ufficialità: l’ATP 500 di Basilea è stato cancellato. A rischio anche i tornei di Vienna e Bercy

Era nell’aria ma ora è arrivata la conferma: l’ATP 500 di Basilea 2020 è stato cancellato. Il torneo svizzero è il primo torneo della stagione indoor 2020 a saltare.

Già nelle scorse settimane il comitato organizzatore aveva espresso la propria preferenza all’ATP per l’annullamento dell’evento: difficoltà di organizzazione e di riempimento dell’impianto per la gestione anticovid hanno fatto propendere proprio per lo slittamento della 50ima edizione del torneo al 2021.

I primi dubbi si erano palesati quando, nel bel mezzo della pandemia, il padrone di casa Roger Federer aveva annunciato il suo forfait alla competizione, insieme a tutte le altre gare del 2020.

La notizia di queste ore si aggiunge al provvedimento cinese per l’annullamento dell’intero swing asiatico: i rischi di una ripresa pandemica sembrano essere ancora troppo elevati.

Sarà dunque complicato capire come e in che modalità saranno organizzate le Finals di Londra che rischiano di ritrovarsi senza effettivi appuntamenti di avvicinamento e preparazione.

Una crisi sanitaria globale che sembra aver inferto un duro colpo alla stagione tennistica 2020 e che rischia di compromettere anche i primi mesi del 2021.