Eventi meteorologici estremi, il convegno di Potenza

eventi meteorologici estremi
eventi meteorologici estremi

Eventi meteorologici estremi, a Potenza il convegno sulla corretta comunicazione in ambito meteorologico con tanti esperti del settore

Eventi meteorologici estremi: fake news, prevenzione e comunicazione corretta, questo è il titolo del convegno che si terrà sabato 6 ottobre 2018 presso la sala congressi del Park Hotel di Potenza. L’evento è promosso dalla neonata start-up “Meteo7” in collaborazione con l’associazione italiana scienze dell’atmosfera e meteorologia, ANCI Basilicata, Parco Nazionale Appennino Lucano, MeteoNetwork, Università degli studi della Basilicata e Università “La Sapienza” di Roma.

Il convegno prenderà vita dalle 9:00 con la registrazione dei partecipanti, farà da moderatore Germano Di Leo – cofondatore della startup e meteorologo di “Buongiorno Regione Basilicata” – che afferma –  “Siamo molto orgogliosi del percorso fatto e siamo sicuri che il programma di investimenti in corso ci permetterà di aumentare velocemente la nostra visibilità Nazionale e Globale”.

Il convegno Eventi meteorologici estremi proseguirà poi con gli interventi di Adriano Trupo, – Cofounder di Meteo7 – che introdurrà ai lavori e presenterà il progetto Meteo7 – che afferma – “In questi mesi abbiamo condiviso, sviluppato, accelerato il progetto della startup anche ampliando l’iniziale disponibilità finanziaria e assegnando loro ulteriori ed importanti risorse, un network che velocemente si allarga e cresce, infatti, Meteo7 punta a raddoppiare l’organico entro la fine dell’anno;”

Dopo i saluti istituzionali da parte di Vito Santarsiero (Presidente Consiglio Regione Basilicata), Salvatore Adduce (Presidente ANCI Basilicata) e Vincenzo Fogliano (Direttore Generale Parco Nazionale Appennino Lucano), ci saranno gli interventi di Marco Giazzi, presidente dell’associazione MeteoNetwork che illustrerà l’importanza ed il valore delle rete internet meteo-amatoriale; Guido Masiello, professore di metodi e tecniche per l’osservazione della Terra presso l’università degli studi della Basilicata, esporrà argomenti riguardanti l’innovazione tecnologica in meteorologia; Frank S. Marzano, presidente area didattica di Ingegneria elettronica presso l’università degli studi “La Sapienza di Roma“, con il valore aggiunto del radar meteorologico nella previsione del rischio.

La seconda parte del convegno invece vedrà come protagonisti Carlo Cacciamani, responsabile nazionale centri funzionali DNPC, con l’intervento dal titolo “La prevenzione del rischio” ed il meteorologo di Raiuno, Guido Guidi con la presentazione dal titolo la corretta comunicazione nell’esposizione delle previsioni meteo”.