Italia-Mali 4-2: Pinamonti trascina gli azzurri in semifinale del Mondiale U20



Italia-Mali
Foto: YouTube Rey Comps

Italia-Mali 4-2, gli azzurrini trascinati da un super Pinamonti raggiungono la semifinale del Mondiale U20: gli uomini di Nicolato affronteranno l’Ucraina

ITALIA-MALI 4-2

L’Italia vince contro un ottimo Mali e approdo alla semifinale del Mondiale U20, dove gli azzurrini se la vedranno contro l’Ucraina. Gli africani hanno messo in mostra una buona prestazione, l’ennesima dopo la precedente contro l’Argentina, ma si sono dovuti arrendere agli uomini di Nicolato.

La rete del vantaggio arriva al 12′ grazie ad un autogol di Kone, dagli sviluppi di un calcio d’angolo in favore dell’Italia. Il copione della partita cambia dopo dieci minuti, quando Diakite compie una brutta entrata su Pellegrini: il direttore di gara non ci pensa due volte a sventolare il cartellino rosso.

Nonostante l’inferiorità numerica il Mali propone un buon gioco e trova il pareggio al 38′ al termine di una bella azione finalizzata da Koita. La rete destabilizza momentaneamente gli azzurri, che si riprendono con l’inizio del secondo tempo. Buona la prestazione di Plizzari: il numero uno italiano ha disinnescato varie trame dei giocatori rivali.

Al 60′ l’Italia torna in vantaggio con il solito Pinamonti, che beffa Y.Koita da posizione molto defilata. I giovani ragazzi pagano l’errore di non chiudere la partita, sbagliando qualche gol sotto porto, a causa anche di alcuni super interventi dell’estremo difensore avversario. Dal possibile raddoppio arriva invece la beffa, il pareggio di Camara.

L’Italia non ci sta e si rimette subito in partita, andando vicino al gol con Pellegrini. A dieci minuti dal termine, quando ormai si sentiva l’odore dei supplementari, arriva la svolta: Pinamonti conquista un calcio di rigore per poi trasformarlo con una esecuzione impeccabile.

A pochi secondi dal triplice fischio il Mali ottiene un calcio di rigore, ma Plizzari si dimostra ancora una volta insuperabile e para anche questo. Secondo rigore parato per il portiere del Milan nella competizione; da aggiungere anche il penalty respinto da Carnesecchi. L’Italia raggiunge la semifinale, il sogno continua.

Leggi anche