Ma stasera: testo e significato del nuovo singolo di Marco Mengoni

MusicaMa stasera: testo e significato del nuovo singolo di Marco Mengoni

Con “Ma stasera” Marco Mengoni affronterà gli stadi. Pronti a scoprire il testo e il significato del brano?

Esce oggi il nuovo singolo di Marco Mengoni, dal titolo “Ma stasera”: un brano disco – funk caratterizzato da sonorità anni ’80. È disponibile su tutte le piattaforme digitali ed è presente anche in rotazione radiofonica.

A distanza di due anni dall’uscita di “Atlantico” il cantante sui social annuncia non solo l’uscita del nuovo pezzo ma anche il ritorno negli stadi.

Mengoni, insieme a Davide Petrella, è autore di un brano che rispecchia i nostri tempi. Un invito al carpe diem, a dare importanza ad ogni istante del ritorno alla normalità. La ripartenza è fissata appunto da “questa sera” con uno sguardo rivolto al futuro. Allo stesso tempo la canzone dà spazio al racconto di un rapporto umano complesso, difficile, pieno di contraddizioni.

La produzione del brano vede la collaborazione del dj/producer Tino Piontek, conosciuto come Purple Disco Machine) che con hit come “Hypnotized” ha scalato le classifiche mondiali. Il produttore collabora per la prima volta con un artista italiano. In precedenza infatti, Piontek ha lavorato con stelle del panorama musicale internazionale quali Dua Lipa e Lady Gaga.

La collaborazione tra Piontek e Mengoni ha portato a un progetto ricco di contaminazioni sonore. Un prodotto che ha tutte le carte in regole per diventare la nuova hit dell’estate 2021. Pronti a scoprire il testo?

Ecco il testo di “Ma stasera”

Mi son sbagliato a parlarti di
scusami che disastro
quello che provo per te sembra avorio ma invece è alabastro
ti ho scritto un libro di pagine vuote ma non ci riesco
stare qui con te

Quel sorriso è fuoco amico
schegge impazzito adesso che vuoi
guarda il cielo portami indietro
i mostri nel vetro sembriamo noi

cosa pensi quando tiri
poco prima che mi chiami
sento tutti i tuoi respiri
sfioro con le mani

Ma stasera corri forte ti vedo appena
per raggiungerti, per non lasciarti andare
e stasera la tua voce non è lontana
e prova a prendermi ma non voglio scappare
e anche se ti come un’illusione perfetta
vengo verso di te, vorrei questa notte fosse eterna
ma stasera corri forte ti vedo appena
e per raggiungerti, per non lasciarti andare
andare via

Senza di te nei locali la notte io non mi diverto
a casa c’è sempre un sacco di gente ma sembra un deserto
tu ci hai provato a cercarmi persino negli occhi di un altro
ma resti qui con me

Quel sorriso è fuoco amico
schegge impazzito adesso che vuoi
guarda il cielo portami indietro
i mostri nel vetro sembriamo noi
cosa pensi quando tiri
poco prima che mi chiami
sento tutti i tuoi respiri
sfioro con le mani

Rit.

Quanto mi odio quanto tu mi fai sentire
come un’idea che puoi bruciare

Rit.

andare via
andare via

Rossella Calandriello
Nata in provincia di Napoli ma vivo vicino Salerno. Nutro una forte passione per il mondo della scrittura e della comunicazione in generale.

Covid-19

Italia
91,350
Totale di casi attivi
Updated on 2 August 2021 - 19:08 19:08