Meduri, arrestato per corruzione

meduri

Dieci le ordinanze di custodia cautelare, tra cui Luigi Meduri, arrestato per corruzione: ex Presidente della Regione Calabria, è coinvolto nell’inchiesta portata avanti dalla Procura di Roma 

Arrestato l’ex sottosegretario alle Infrastrutture Luigi Meduri. La Guardia di finanza nell’ambito di un’inchiesta della Procura di Roma, ha portato all’esecuzione di 10 ordinanze di custodia cautelare. L’indagine parla di corruzione. 

I destinatari delle ordinanze sono: Antonella Accroianò. Oreste De Grossi, Sergio Lagrotteria, Giovanni Parlato, Antonino Ferrante, Eugenio Battaglia, Concetto Bosco Logiudice, Francesco Costanzo, Giuliano Vidoni e l’ex sottosegretario Luigi Meduri.

meduri
Meduri, arrestato per corruzione

Associazione per delinquere, corruzione per l’esercizio della funzione e per atto contrario ai doveri di ufficio, induzione indebita a dare o promettere utilità al voto di scambio.

Il gip ha inoltre deliberato il sequestro di tutti i dipendenti pubblici per 200 mila euro, mentre la Guardia di finanza ha eseguito questa mattina circa 90 perquisizioni in Lazio, Calabria, Puglia, Campania, Sicilia, Friuli, Toscana, Umbria, Piemonte, Veneto e Abruzzo.

Sono, dunque, circa trecento i finanzieri impegnati nell’esecuzione delle ordinanze emesse dal nell’ambito dell’inchiesta della Gdf denominata ‘Dama nera’.

Le ordinanze sono scattate “sulla scorta degli elementi di reità acquisiti nel corso delle indagini svolte dagli uomini del Nucleo di polizia tributaria della Guardia di finanza, coordinati dalla procura di Roma”.

Tra le ipotesi di reato contestate, a vario titolo, ai dieci destinatari dell’ordinanza di custodia cautelare nell’ambito dell’indagine della Gdf sugli appalti Anas, oltre alla corruzione, c’è anche il voto di scambio. 

La notizia è stata diffusa dall’ANSA