Oscar del porno, Suicide Squad XXX fa incetta di premi nella notte di Las Vegas



oscar

Anche quest’anno Las Vegas ha fatto da sfondo per lo show di premiazione degli Oscar del Porno. Tantissimi i premi conferiti ad attori ed addetti del settore, articolati in altrettante categorie

And the Oscar goes to… Una frase molto nota per gli appassionati di cinema ed addetti del settore. Da alcuni anni, molto probabilmente, le stesse parole sono diventate una prassi anche in occasione delle premiazioni per gli Oscar del Porno, nati nel 1984 e considerati  il maggior riconoscimento mondiale per il cinema hard.

Un vero e proprio show a 360 gradi, costituito da oltre 100 categorie che annualmente premiano svariati film, attori e personalità di spicco per il mondo del cinema a luci rosse, con una statuetta che si differenzia da quella utilizzata per i normali Oscar  per la presenza sul piedistallo di una coppietta che copula. I premi sono assegnati dalla rivista Adult Video News fautrice anche della serata di premiazione, che quest’anno ha visto la partecipazione di Riley Reid e della collega Aspen Rae, e di una parallela fiera del porno.

oscar
La statuetta conferita come premio ai vincitori

Dal punto di vista prettamente pratico, l’ edizione di quest’anno ha avuto come forte protagonista il film Suicide Squad XXX: An Axel Braun Parody, che è riuscito a portare a casa ben 9 statuette tra cui figurano quelle come film dell’anno, miglior attrice protagonista, miglior parodia, miglior art direction, miglior scena a tre boy/boy/girl oltre a quelle per miglior regia e sceneggiatura di parodia, miglior make-up e miglior scena “non sex”.

L’ormai molto nota Margot Robbie del più celebre Suicide Squad, è stata interpretata nella versione hard da Kleio Valentien, 31enne di origine texana premiata come migliore attrice protagonista. Lo stesso premio, nella sua veste maschile però, è stato conferito a Xander Corvus protagonista di “The preacher’s daughter”, in cui interpreta un ragazzaccio di provincia che instaura una relazione con la figlia del predicatore di un paesino del Sud degli States che per vergogna si vendicherà del ragazzo. Il premio come miglior regista è andato, per il terzo anno consecutivo, a Greg Lanksy autore di “Natural Beauties”, mentre la pornostar emergente del 2017 risponde al nome di Holly Hendrix, alla cui premiazione si associano anche Manuel Ferrara e Megan Rain per la migliore scena di sesso anale.

Altri premi Awards sono stati conferiti anche  alla miglior ditta di oggetti fetish (Stockroom), a quella dei migliori preservativi (Trojan), e quella come miglior boutique di sex toys che è la Cupid’s Closet di Westchester in California.

Leggi anche