Turista scozzese divorato da uno squalo: trovato dito con fede nuziale



Terribile quanto successo al largo del Madagascar: uno squalo ha divorato un turista scozzese di 44 anni. L’uomo si trovava lì in vacanza con la moglie

Era scomparso sabato mattina, da allora le forze dell’ordine locali lo avevano cercato con imbarcazioni ed un elicottero.

La macabra scoperta però è avvenuta nelle scorse ore, quando nello stomaco di uno squalo tigre, rinvenuto cadavere sulla spiaggia, è stato trovato un dito con attaccata ancora la fede nuziale.

Il dito apparterrebbe dunque al 44enne, almeno secondo il primo riconoscimento fatto dalla moglie. Si aspettano i risultati del test del Dna per verificare l’identità.

Il turista scozzese e la moglie erano in vacanza sull’isola quando lui è scomparso mentre nuotava da solo nella Laguna Hermitage.

L’uomo è stato assalito nelle acque dell’isola dei territori oltremare francesi di Reunion, al largo del Madagascar, pare che lì gli attacchi da parte degli squali non sono rari.

Questa settimana uno squalo è stato avvistato vicino a una spiaggia molto frequentata ed è stato ucciso perché considerato una minaccia.

Ad ogni modo secondo le stime delle autorità locali, si tratterebbe dell’undicesimo attacco mortale di uno squalo dal 2011; mentre 24 sono in tutto gli attacchi che hanno portato almeno ad un ferimento.

La questione è così sentita che il mese scorso, durante la sua visita ufficiale nel Paese, il presidente francese Emmanuel Macron ha dichiarato che il suo governo sta facendo di tutto per affrontare la crisi degli squali nella zona.

Leggi anche