Adidas sceglie testimonial non depilata: è subito polemica

adidas

La fotografa e modella svedese Arvida Bystrom ha posato per Adidas senza depilarsi

project adv

Adidas ha lanciato una nuova campagna pubblicitaria che mostra modelli diversi dai canoni comuni, una campagna dedicata alle “icone di domani”. Nello spot, infatti, sono presenti altri attivisti simili all’artista svedese, che esprime la sua idea sull’essere donna senza alcuna remora. La giovane donna appare nello spot con un vestitino di pizzo rosa e bianco, calze rosa e un paio di Originals 80 Superstar. Ben visibili risultano, dunque, le gambe non depilate della modella.

Insomma, il problema nasce proprio qui. Alla vista della foto il mondo dei social è impazzito. Sono sorte numerose polemiche sull’ostentato femminismo della giovane modella che ha fatto delle gambe non depilate una sorta di simbolo. La modella spiega nello spot: “penso che il femminismo sia un concetto culturale, chiunque può essere femminile, fare cose da donna e forse la società ha paura di questo”.

Ovviamente oltre alle polemiche non sono mancati insulti e minacce. Sui social network l’artista è stata definita “un animale”, ha ricevuto insulti di ogni tipo e addirittura minacce di stupro. Ma, al di là di tutta questa faccenda, il punto su cui riflettere è un altro: il mondo ha trovato più scioccante vedere le gambe non depilate di questa ragazza che leggere continue minacce di stupro e insulti.

Ciò che l’artista ha voluto mostrare nella campagna pubblicitaria è stato semplicemente la sua idea di bellezza. Si può essere belli senza dover rispettare necessariamente tutti i canoni tradizionalmente accettati. La stessa Arvida Bystrom ha dichiarato sui social: “non riesco nemmeno a immaginare cosa voglia dire cercare di resistere in questo mondo senza tutti i privilegi che ho io”.

 

Video del giorno