Leonardo Dicaprio

Buon compleanno allo straordinario Leonardo DiCaprio, oggi compie 42 anni

[ads1]

Potrebbe interessarti:

Da dove possiamo partire per spiegare la grandezza e il talento di uno dei migliori attori del decennio?

Leonardo DiCaprio, oltre ad essere ricordato come il giovane ragazzo dagli occhi languidi che in “The Beach” e movies-the-beach-leonardo-dicaprioTitanic” ha fatto impazzire migliaia di donne, nel corso degli anni è stato capace di mutare la sua immagine, dimostrando la sua grande versatilità e bravura attraverso pellicole molto complesse ed eterogenee. Ricordiamo la sua magistrale interpretazione in “Inception” di Christopher Nolan, o ancora Shutter Island, thriller psicologico diretto da Martin Scorsese.

L’arte della recitazione sembra scorrere nelle vene al ormai 42enne DiCaprio che, fin da piccolo, sembra essere stato attratto dall’arte in tutte le sue sfaccettature. Leonardo, di origini italiane, mosse i primi passi davanti la cinepresa in “Critters 3″ un fiasco totale a livello di produzione, al punto che venne distribuito solo per pochissimo tempo per poi essere riciclato nel circuito dell’home video.

Nonostante ciò il giovane Leo non si diede per vinto, riscattando la sua immagine nel capolavoro “Buon compleanno Mr. Grape” al punto da meritarsi, con la sua interpretazione nei panni del fratello con problemi psicologici di Johnny Depp, la nomination all’Oscar come miglior attore non protagonista.images

Altra prova eccezionale è quella successiva, dove si ritrova a fianco ad un gigante come Robert De Niro in “Voglia di ricominciare“. Da quel momento il giovane attore inizia la sua ascesa al successo. Il 1995  fu un anno molto impegnativo, DiCaprio fu costretto a dividersi in tre film, tra cui “Poeti dall’inferno” di Agnieszka Holland e “Pronti a morire” con Sharon Stone e Gene Hackman.

Con “Romeo + Giulietta” , di Baz Luhrmann, la carriera del 20enne DiCaprio spicca il volo. Infatti nel 1997 il giovane attore ottiene finalmente l’opportunità di farsi conoscere in tutto il mondo con uno dei film più amati di tutti i tempi, “Titanic”.  La pellicola romantico-catastrofista sull’amore eterno di due ragazzi travolti dalla tragedia del transatlantico “inaffondabile” mette a dura prova un ancora acerbo DiCaprio che si ritrova protagonista del film accanto alla magnifica Kate Winslet. A seguito Leonardo DiCaprio diventa non solo un sex-symbol, conosciuto a livello mondiale, bensì uno degli attori più acclamati di Hollywood.leo-di-caprio-titanic

Il successo planetario di Titanic però costa la prima delusione al giovane DiCaprio, dopo la bellezza di undici premi Oscar assegnati alla pellicola, Leonardo viene scartato dalla nomination come miglior attore.

Dopo una breve battuta d’arresto lo ritroviamo nelle sale con “La maschera di ferro” altro film che sbanca al botteghino. La grandezza di DiCaprio resta indiscussa, dopo il successo di “The Aviator” e “The gangs of New York” il film di Martin Scorsese che lo vede impegnato con Cameron Diaz e Daniel Day – Lewis, riesce a portare la sua immagine sempre più in alto, cercando di innovarsi e di non configurarsi in un unico genere, sfidando se stesso in ruoli spesso in contrasto fra loro.

Infatti negli anni sceglie film sempre più sofisticati e di qualità, tanto che per più volte l’opinione pubblica prevede che sarà lui il vincitore dell’Oscar come migliore attore protagonista in Prova a Prendermi diretto da Steven Spielberg, Inception, di Christopher Nolan, “J. Edgar” di Clint Eastwood, “Django Unchained” di Quentin Tarantino, “Il grande Gatsby” di Baz Luhrmann ed infine “The Wolf of Wall Street” di Martin Scorsese.il-grande-gatsby-baz-luhrmann-leonardo-di-caprio-carey-mulligan-film-romantici-migliori-film

L’Oscar tanto desiderato finalmente arriva nel 2016 con “Revenant – Redivivo, capolavoro di Alejandro González Iñárritu, dal quale è stato in seguito tratto un documentario. Tra i grandi progetti in programma per il nuovo anno, DiCaprio sembra aver abbandonato l’idea di prendere parte al film dedicato al noto criminale Billy Milligan, affetto da disturbo dissociativo dell’identità.

La pellicola, sicuramente molto intrigante, tratterà il caso mediatico che sconvolse gli Stati Uniti alla fine degli anni settanta. Una notizia che lascia un po’ di amaro in bocca ai numerosi fan che attendevano una nuova performance sconvolgente al pari di Inception e Shutter Island.

Sembrerebbe infatti che, attualmente, l’attore stia investendo tutte le sue energie nel campo della salvaguardia ambientale. Come già sappiamo DiCaprio ha presentato il suo documentario “Punto di non ritorno – Before the Flood” dove vedremo l’attore discutere con le più importanti personalità del pianeta sul cambiamento climatico che sta colpendo la Terra.leo-dieci-film-piu-sexy-default

Tre anni il tempo necessari per realizzare questo film: la regia è di Fisher Stevens, produttore del documentario La baia dove muoiono i delfini, (Oscar nel 2010) e tra i produttori ritroviamo Martin Scorsese. Nella pellicola Leonardo porta lo spettatore nel backstage di The Revenant, partendo da una breve riflessione sulla sua infanzia, raccontando come i suoi passatempi fossero legati profondamente alla natura.

In “Before The Flood- Punto di Non Ritorno”, DiCaprio mostra una partecipazione che è figlia di dichiarazioni come questa: “E’ un’ossessione il mio interesse per l’ambiente. Mi consuma –  ha detto a Stephen Rodrick su Rolling Stone – Non passa un giorno senza che ci pensi. È come un fuoco lento. Non sono come gli alieni che domani vengono e ci invadono e noi dobbiamo difendere il nostro Paese. È qualcosa di inevitabile, sono DiCaprioterrorizzato”. DiCaprio, ambasciatore Onu contro i cambiamenti climatici, ha deciso di intraprendere questo viaggio nella speranza di sensibilizzare tutti a questo delicato argomento. “Ce la metterò tutta per capire ogni aspetto di questo argomento, la gravità del fenomeno e le possibili soluzioni”.

Il film è già stato definito “un’opera significativa” e sono stati in molti a lodarne non solo tematica e narrazione ma anche fotografia e colonna sonora (realizzata da Trent Reznor e Atticus Ross insieme a Gustavo Santaolalla e ai Mogwai). Reso disponibile da National Geographic, DiCaprio lo ha definito “un lavoro d’amore”.

Non c’è che dire DiCaprio oltre ad essere un attore eccezionale amato a livello mondiale, ha dimostrato in più tumblr_inline_nwh5ujyyph1t2ear7_1280occasioni la sua grandezza morale e il suo profondo amore per la salvaguardia ambientale. Un uomo che ha fatto della sua notorietà un canale dal quale il mondo possa apprendere, realmente, i gravi problemi che stanno colpendo la nostra terra, nella speranza di smuovere le volontà individuali verso un cambiamento radicale:

 

 

Bisogna far nascere una nuova coscienza collettiva, l’umanità deve conoscere una nuova evoluzione Sottolinea DiCaprio durante il suo discorso conclusivo alle Nazioni Unite- Il tempo a nostra disposizione non è molto, tutto sarà inutile se i leader mondiali torneranno nei loro paesi senza mettere in pratica le promesse contenute in questo storico accordo. Il pianeta conta su di noi, siamo l’ultima speranza della terra. E’ nostro dovere proteggerla o per noi e per tutte le forme di vita che amiamo è la fine!”

 

[ads2]

 

Letture Consigliate