Caputo
Foto: YT Serie A

Un anno fa Caputo mostrava un cartello con sopra scritto “Andrà tutto bene”. “Oggi scriverei “vacciniamoci tutti”

Questo pomeriggio scendono in campo per il 26° turno della Serie A Udinese-Sassuolo. I neroverdi partono con i favori del pronostico, grazie al bomber ritrovato Ciccio Caputo, che nelle ultime settimane è andato sempre o quasi a segno. Esattamente un anno fa, il 9 marzo 2020, l’attaccante neroverde si rendeva protagonista con il cartello “Andrà tutto bene, restate a casa”, dopo la rete segnata al Brescia. Erano i primi giorni della pandemia in Italia, e pochi giorni dopo fu annunciato il lockdown Nazionale.

Potrebbe interessarti:

Un anno dopo, poco è cambiato, l’epidemia è ancora forte e l’Italia si appresta ad affrontare la terza ondata. Caputo è stato intervistato dai microfoni di Repubblica, e ha lanciato un altro appello:

Purtroppo non è andato tutto bene, ma il messaggio che volevo mandare era: restate a casa, bisogna farlo. E non dobbiamo mollare: stiamo attenti, indossiamo la mascherina, prendiamo tutte le precauzioni. Se adesso dovessi invece mostrare un cartello, scriverei “Vacciniamoci tutti”, a prescindere dai dubbi che la gente può avere. E’ la soluzione giusta per liberarci dalla pandemia”. 

Caputo parla anche degli stadi, chiusi al pubblico da un anno: “Alla fine ti abitui a tutto, ma giocare senza l’atmosfera del pubblico è stata davvero dura. Ci mancano i tifosi, persino gli insulti. Però la salute viene prima: non è ancora tempo di riaprire”.

Letture Consigliate