Diciotti: lo scontro Fico-Salvini prosegue a vele spiegate

Diciotti

Lo scontro istituzionale tra Roberto Fico e Matteo Salvini sul caso Diciotti continua a distanza. Nel frattempo, la nave è ancora ferma

Il caso della nave Diciotti sta sgretolando pesantemente le fondamenta del Governo. Questa volte, lo scontro istituzionale a distanza si sta avendo tra Roberto Fico e Matteo Salvini. Oggi, il ministro dell’Interno è tornato sulla questione attaccando il presidente della Camera, dopo che ieri sera sono sbarcati 27 minori non accompagnati.

Con Luigi Di Maio lavoro molto bene. Qualcun altro ha tanto tempo per parlare, penso al presidente della Camera, che ogni tanto dice e fa l’esatto contrario di altri esponenti M5S: è un problema che si risolveranno loro. Io rispondo al mandato che mi hanno dato gli italiani il 4 marzo. Mi chiedono più sicurezza.” ha dichiarato Salvini.

Il ministro dell’Interno ha proseguito: “Il mio obiettivo è il ‘No way’ australiano. Nessun migrante soccorso in mare mette piede in Australia. Sulla Diciotti sono tutti immigrati illegali. L’Italia non è più il campo profughi d’Europa. Con la mia autorizzazione, dalla nave, non scende nessuno.

Il leghista ha poi concluso: “Se c’è qualche procuratore che mi vuole interrogare, sono pronto domani mattina a spiegare le mie ragioni.

Lo scontro continua.