Giornata Mondiale del Rifugiato: come e dove partecipare

rifugiato

È il 20 giugno la data scelta quest’anno per la Giornata Mondiale del Rifugiato. Zon elenca gli eventi di tutte le maggiori città italiane.

project adv

Il 20 giugno si celebra in tutto il mondo la Giornata Mondiale del Rifugiato, appuntamento annuale voluto dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, che ha come obiettivo la sensibilizzazione dell’opinione pubblica sulla condizione di milioni di rifugiati e richiedenti asilo che, costretti a fuggire da guerre e violenze, lasciano i propri affetti, la propria casa e tutto ciò che un tempo era parte della loro vita.

Per perseguire questo obiettivo l’Agenzia ONU per i Rifugiati (UNHCR) prosegue la campagna #WithRefugees, che consiste nell’incontro tra comunità locali e rifugiati o richiedenti asilo per promuovere la conoscenza reciproca. #WithRefugees è anche una petizione, con la quale l’UNHCR chiede ai governi di garantire che ogni bambino rifugiato abbia un’istruzione, che ogni famiglia rifugiata abbia un posto sicuro in cui vivere, che ogni rifugiato possa lavorare o acquisire nuove competenze per dare il suo contributo alla comunità.

 Molti gli eventi di celebrazione della Giornata Mondiale del Rifugiato, che culmineranno nella giornata di martedì 20 giugno, ma proseguiranno fino alla fine del mese. Tra i principali:

Champions #WithRefugees: L’UNHCR insieme all’Associazione Italiana Calciatori e Liberi Nantes, con il sostegno di AS Roma, organizza una partita amichevole tra una squadra di stelle del calcio e dello spettacolo e la Liberi Nantes, squadra di richiedenti asilo e rifugiati, in un incontro che vuole essere simbolo dell’integrazione possibile attraverso lo sport. Con un intermezzo musicale a cura della Piccola Orchestra di Torpignattara. Il 18/06 ore 17.00 presso lo Stadio Tre Fontane a Roma. Ingresso libero.

Chefs #WithRefugees: dopo la prima edizione svoltasi in Francia lo scorso anno, il Refugee Food Festival, arriva in quattro città italiane: Milano (16/06 e 20/06 – Eataly Smeraldo), Firenze (dal 26/06 al 30/06, organizzato in collaborazione con le volontarie dell’Ass. Festina Lente, serata conclusiva presso il centro di Accoglienza Villaggio La Brocchi), Roma (20/06 – Eataly Ostiense) e Bari (18/06 – Eataly). L’UNHCR, insieme a Food Sweet Food, in collaborazione con Eataly e le volontarie dell’associazione Festina Lente, organizzano una serie di eventi culinari per aprire le cucine dei ristoranti a rifugiati chef.

Arte #WithRefugees: un’installazione presso il Museo MAXXI, Roma (20-25/06) e una mostra fotografica presso la Galleria Alberto Sordi, Roma (11-25/06). Al MAXXI: S.O.S. – Save Our Souls di Achilleas Souras, un progetto per recuperare i giubbotti di salvataggio usati da rifugiati e migranti durante le traversate del Mediterraneo e trasformarli in igloo-rifugio; Mostra fotografica “#WithRefugees” negli spazi della Galleria Alberto Sordi con 8 maxi-foto di Francesco Malavolta, Alessandro Penso e Alessio Romenzi.

Porte aperte #WithRefugees: l’UNHCR insieme alla Rete SPRAR e agli enti gestori, in collaborazione con altre associazioni quali ARCI, Caritas, Centro Astalli e Refugees Welcome intende dare visibilità alle espressioni di solidarietà verso i rifugiati, amplificando la voce di chi accoglie e rafforzando l’incontro tra le comunità locali e i rifugiati ed i richiedenti asilo. Per questo motivo chiediamo alle persone di mostrare solidarietà ai rifugiati incontrandoli durante una giornata di “porte aperte” dei centri di accoglienza.

Mentre, nelle maggiori città italiane:

A Siracusa, stasera alle 20,30 presso il Teatro Greco, un incrocio di arti per la solidarietà: sul palco in un vero e proprio incrocio di arti si alterneranno Leo Gullotta, Red Canzian con la figlia Chiara, il regista e coreografo Micha Van Hoecke solo pochi mesi fa splendido protagonista del convegno internazionale di studi coreutici organizzato dall’Inda e poi ancora  Moni Ovadia, Mario Incudine, Peppe Servillo, storico leader degli Avion Travel, la cantante Anita Vitale, l’attrice siracusana Rita Abela e gli allievi dell’Accademia d’arte del dramma antico.

Ad Arezzo, il 20 giugno alle 19, Musica e storie per restare umani, con:

NOËL DE LA VEGA – apertura musicale evento
JACOPO STORNI – presentazione del libro “L’Italia siamo noi. Storie di immigrati di successo”
SAVERIO TOMMASI – proiezione del video “Perché gli immigrati hanno sempre un cellulare in mano?”
TAVOLA ROTONDA – testimonianze di operatori, richiedenti asilo e nuove famiglie del territorio aretino
SOGNI CONCRETI – lancio ufficiale di #SogniConcreti. Non c’è storia senza storie, campagna di sensibilizzazione a sostegno di richiedenti asilo e rifugiati e del progetto #FamiglieConcrete . A seguire, live delle percussioni improvvisate dei GROOVA GROOVA e i ritmi globali di SANDRO JOYEUX.

Lecce l’A.T.S. “GUS – L’Arcobaleno” formata dall’Organizzazione Non Governativa “Gruppo Umana Solidarietà Guido Puletti” e la Cooperativa Sociale “L’Arcobaleno”, da anni impegnate nelle gestione di progetti SPRAR, organizza due giornate ricche di incontri culturali.da il via il 17 e il 18 giungo presso l’Ex Convento dei Teatini, attraverso la collaborazione con il Comune di Lecce nell’ambito del Progetto S.P.R.A.R. “Il Salento Accoglie – Lecce; categoria vulnerabili” finanziato dal “Fondo Nazionale per le Politiche ed i Servizi dell’Asilo”. Corredato da mostre fotografiche, il palco dei Teatini ospiterà un incontro con il Docente di Sociologia dei processi culturali e comunicativi, Prof. Luigi Spedicato, sulla dimensione simbolica e comunicativa del cibo nelle dinamiche migratorie, organizzato insieme al “Dipartimento di Storia, Società e Studi dell’Uomo” dell’Università del Salento.( Qui tutto il programma) . E ancora: il 19 giugno  dalle 17.00 in poi, in Piazza Vittorio Veneto a Vernole, Giochiamo con l’integrazione, grande feste per bambini e ragazzi con gonfiabili, giochi e tanto divertimento.; 20 giugno dalle 21.00 in poi, presso la Comunità Alloggio per minori L’Arcobaleno, via Lecce, n° 60, Pisignano, Degustiamo l’integrazione, cena multietnica e musiche dal mondo.

Qui il programma completo delle attività #withRefugees.

 

 

Video del giorno