crisi, conte Recovery Plan
Immagine da YouTube

Giuseppe Conte si è espresso sull’appoggio del Movimento 5 Stelle a Mario Draghi. Massimo rispetto e interesse per l’ex capo della BCE

In molti sono curiosi di capire. Non tanto perché bisognerà passare il testimone, ma perché semplicemente bisognerà prendere una posizione ben decisa nei confronti di Mario Draghi. Giuseppe Conte, intervistato all’uscita da Palazzo Chigi, ha detto la sua nei confronti del nuovo premier incaricato da Sergio Mattarella. Tra professori, da uomo ad uomo, ha garantito il massimo rispetto nei confronti dell’ex capo della BCE e ha lasciato alcune coordinate rispetto al comportamento del Movimento 5 Stelle nei confronti del nuovo premier.

Potrebbe interessarti:

Ringrazio il presidente Mattarella, è stato un prezioso interlocutore durante i miei mandati. Desidero anche ringraziare gli amici della coalizione che hanno collaborato. Ieri ho incontrato Mario Draghi, in un colloquio lungo e aperto. In queste ore mi si descrive come un ostacolo, ma i sabotatori vanno cercati altrove. Auspico un Governo politico, che sia solido e che abbia quella coesione per operare scelte politiche, perché le urgenze richiedono quello. Io ci sono e ci sarò nel Movimento, così come dico agli amici del PD e di LEU di continuare a lavorare tutti insieme. Il nostro progetto è forte e concreto, per rimodernizzare il Paese.” ha detto Conte.

Dobbiamo lavorare nel segno dell’inclusione sociale. Non ostacolerò niente e nessuno. Il mio unico auspicio è che ci sia un intervento politico e non tecnico. Io, nel frattempo, continuerò in ogni caso a lavorare per il bene del Paese.” ha poi concluso.

Letture Consigliate