Intervista ai tecnici Fusco e Graziani

VarieIntervista ai tecnici Fusco e Graziani

Presso il Centro Sportivo Vincenzo Volpe di Salerno il 24 maggio 2015 abbiamo analizzato la vittoria della Salernitana con i tecnici della gara, Fusco e Graziani

[ads1]

In merito alla gara di andata degli ottavi di finale tra Salernitana e Mantova Allievi, questi i commenti del  tecnico Luca Fusco  della Salernitana.

fusco
Luca Fusco con vecchi amici di tante battaglie di gioco.

P.D.: “Sig. Fusco alla luce della gara odierna, il risultato poteva essere anche più rotondo?”

L.Fusco: “ Abbiamo giocato contro una buona squadra, ottenendo un risultato molto combattuto. Adesso andiamo a giocare tutto a Mantova”.

P.D.: “Nello svolgimento della gara le è parso vedere una eccellente fase difensiva del Mantova?”

L.Fusco: “ Si! Proprio così…una buonissima squadra che nel suo girone in campionato, è stata quella che ha subito meno goals. In compenso ha fatto anche molti goals. Il fatto che è una buonissima squadra, il Mantova lo ha dimostrato anche a Salerno. Ritengo opportuno quindi fare i  complimenti ai miei ragazzi, che hanno fatto una buona gara e soprattutto ci hanno creduto fino alla fine. Solo così, hanno potuto avere la meglio contro un avversario di livello!”

fusco
Azione in disimpegno del Mantova.

P.D.: “Le confermo che nel suo girone, quello C, il Mantova ha conquistato il secondo posto alle spalle del “rullo-compressore” Sud Tirol che a sua volta ha concluso imbattuto, con 19 vittorie e 7 pareggi, due dei quali (per uno a uno) proprio contro il Mantova.”

L.Fusco: “Ribadisco che abbiamo affrontato un’ottima squadra! Non poteva essere altrimenti, visto che siamo agli ottavi. Importante per noi questa vittoria che ci permette di essere ancora in corsa. Adesso andiamo a Mantova per giocarcela! Il nostro impegno al ritorno, sarà sempre ai massimi livelli. Consapevoli di giocarci un posto per le finali.”

P.D.: “Cosa ci dice in riferimento alla sua espulsione?”

L.Fusco: “ Secondo me il Sig. Arbitro è stato molto fiscale! Si è vero ho protestato in maniera energica, ma questo solo dovuto al fatto di dover fare un cambio, visto l’infortunio di un mio ragazzo. C’è stato un frainteso. Il mio intento era solo quello di affrettare le operazioni di cambio quindi sembra ingiusta la mia espulsione. Certo è che però chi comanda, quale giudice imparziale, è Lui. Io ho accettato con serenità questa decisione, che poi a fine gara è stata oggetto di un sereno chiarimento.”

Queste invece le dichiarazioni del figlio di “Ciccio Campione del Mondo 82”, Gabriele Graziani Tecnico del Mantova.

fusco
Mister Graziani osserva la gara.

P.D.: “Come giudica questa gara di andata qui a Salerno, alla luce del risultato di uno a zero?”

G.Graziani: “ Purtroppo, quando si perde non è mai un buon risultato! Però credo che la Salernitana abbia meritato…ha giocato meglio di noi! Ho visto una squadra più convinta di fare la partita. Noi abbiamo pagato qualcosina…forse l’ambiente…non saprei! Quelli di oggi, non erano i miei soliti  ragazzi.”

P.D.: “ Un Mantova, almeno negli attacchi, un tantino titubante?”

G.Graziani: “ Purtroppo, abbiamo aspettato molto tempo, pensando più a difendere che a fare la gara. Questa era una gara preparata molto  differente di come effettivamente è andata sul campo. Le sconfitte arrivano a farci apportare i dovuti accorgimenti per migliorarci e crescere. Adesso non ci resta che ribaltare il risultato nella gara di ritorno che sarà in casa nostra, tra una settimana.”

P.D.: “ Una prima gara di andata molto equilibrata, con risultato ancora da decidere fino a pochi minuti dal termine, poi un’invenzione che ha dato il vantaggio ai padroni di casa. Questo però non cancella la buona prova difensiva offerta dal Mantova.”

G.Graziani: “ Si! In difesa abbiamo fatto molto bene, ma in attacco molto male. I miei ragazzi oggi non li riconoscevo e questo ci costa una sconfitta che benissimo si poteva evitare. Adesso la nostra testa và dritta alla gara di ritorno per cercare in tutti i modi di ribaltare il risultato odierno.”

[ads2]

Pasquale D'Aniellohttp://zon.it
Pasquale D’Aniello, giornalista, nato a Sant’Antonio Abate in provincia di Napoli. Da sempre appassionato di calcio con alcune esperienze dilettantistiche sul campo e sulla panchina. Autore nel 2012 del Libro: "Scugnizzeria agli Albori di un Successo"​ e premiato a Gallipoli nel 2015 (Torneo Internazionale che assegna il Trofeo Caroli Hotels), quale miglior giornalista del calcio giovanile. L'approccio con il calcio giovanile dilettantistico e professionistico da qualche decennio, ha fatto maturare in me nuove convinzioni ed intravedere nuovi orizzonti. "​ Il calcio è educazione, è economia, è uno dei modi di essere società"​. Tutto questo mi ha portato ad essere un "Cronista del calcio giovanile Campano"​, con il fine ultimo di far comprendere che questo Sport deve essere una sana sfida per misurare l'estro calcistico e nulla ha, che possa riguardare il fanatismo e qualsiasi altra devianza che provoca rancore anche a pochi metri di distanza tra i vari campi di calcio. La fortuna poi, di incontrare tantissimi professionisti legati a questo mondo, ha fatto il resto...

Covid-19

Italia
58,752
Totale di casi attivi
Updated on 23 July 2021 - 23:50 23:50