Decreto Dignità Scontro Rodotà

Luigi di Maio, ad Ivrea per presentare il contratto di governo, ha definito la Tav un’opera inutile. Il leader ha poi aggiunto: “Andremo a parlare con la Francia e diremo che la Torino – Lione poteva valere 30 anni fa”

È partito da Ivrea il tour di Luigi Di Maio per illustrare i punti del contratto di governo con la Lega. Qui, il leader pentastellato ha dichiarato: “Nel contratto di governo tra Movimento 5 Stelle e la Lega c’è il blocco di un’opera che è inutile. Andremo a parlare con la Francia e gli diremo che la Torino-Lione poteva valere trent’anni fa, ma non più oggi.”

Potrebbe interessarti:

Nel suo intervento, Di Maio ha definito quella contro la Tavuna battaglia storica, che molti anni fa ha dato inizio a tutto questo“.

La stessa linea si ribadisce sul blog del Movimento: “Il denaro pubblico va investito sulle vere priorità del Paese. Non sulle opere inutili e dannose. È stata sempre dritta la barra del Movimento 5 Stelle e continua ad esserlo. E chi vuole leggere altro nel contratto sbaglia. L’abbiamo scritto nero su bianco: il Tav in Valsusa va completamente ridiscusso“.

Intanto, migliaia di persone si sono raccolte in bassa Valle di Susa per partecipare alla marcia No Tav da Rosta a Avigliana. Nel corteo figurano alcuni parlamentari del Movimento 5 Stelle e consiglieri comunali pentastellati di Torino. Ad aprire il corteo ci sono i sindaci di diversi paesi della valle, insieme ad uno striscione che recita “30 anni dalla parte della ragione, la valle non si arresta”.

Letture Consigliate