M5S: tra espulsioni e fughe, spunta un documento che fa tremare di Maio



di maio, m5s Vitalizi Prescrizione
Immagine da sito ufficiale Governo

Il Movimento 5 Stelle è in crisi, e non è una novità. Ora spunta un documento firmato da alcuni pentastellati contro Di Maio

Non tira buon vento in casa 5 Stelle. Ma questo vento non sembra placarsi alimentando i fuochi ancora accesi tra i vari senatori. Ieri, altri due grillini hanno abbandonato il Movimento – Massimiliano de Toma e Rachele  Silvestri – andando a riempire le fila del Gruppo Misto.

Ai vari abbandoni e espulsioni – le più eclatanti quelle di Fioramonti e Paragone – si aggiunge la scoperta di un documento firmato dai tre senatori M5S Dessì, Crucioli e Di Nicola. Il Movimento è riuscito a “disinnescare” la divulgazione del documento che avrebbe comportato un effetto domino non indifferente.

Il documento, secondo fonti da accertare, sarebbe una aperta accusa al ruolo di Di Maio come leader politico del Movimento. Si auspicherebbe ad un rivoluzionario cambio di rotta che veda non più un singolo alla guida del Movimento ma il Movimento stesso.

Anche Grillo sarebbe sotto l’occhio del ciclone visto che per il comico sarebbe previsto non più il ruolo di garante, ma di presidente del M5S. Per quanto riguarda la piattaforma Rousseau, i tre senatori vorrebbero che essa fosse sottratta a Casaleggio – erede del partito – per destinarla ad un gruppo di garanti e ripristinare il fondo per il microcredito.

Insomma per ora, tutto questo è da rinviarsi, e il Movimento si sorregge ancora per le elezioni regionali in Emilia e Calabria. Ma i tempi sono bui e le stelle del Movimento sembrano spegnersi giorno dopo giorno, espulsione dopo espulsione, accuse dopo accuse.

Leggi anche