3 Gennaio 2022 - 12:08

Manuela Arcuri ricorda Assunta Maresca: indignazione sui social

Scoppia lo sdegno in seguito alla pubblicazione dell’ultimo post Instagram di Manuela Arcuri. L’attrice pubblica un messaggio per ricordare la morte della camorrista Assunta Maresca 

Una forte indignazione e grande orrore quello suscitato dall’ultimo post Instagram pubblicato da Manuela Arcuri. Infatti, l’attrice italiana ha recentemente pubblicato sui social un post commemorativo dedicato alla camorrista Assunta Maresca.

Assunta Maresca, soprannominata Pupetta, fu una delle figure di spicco della camorra duranti gli anni ‘70- ‘80. Il caso più eclatante riguarda il suo coinvolgimento presso “Nuova Famiglia”. 

La Nuova Famiglia fu un’organizzazione criminale creata con lo scopo di opporsi alla Nuova Camorra organizzata, ulteriore associazione fondata questa volta da Raffaele Cutulo, annoverata come una delle più potenti tra le mafie in Italia.

Manuela Arcuri ha interpretato il personaggio di Assunta Maresca nella fiction di Canale 5, “Pupetta, il coraggio e la passione”, per la regia di Luciano Odorisio. Così recitava  la sinossi della serie: “A Napoli, tra gli anni ’50 e ’60, Pupetta Marico è una giovane donna dal carattere risoluto e determinato. Combatte la sua personalissima lotta all’interno della sua famiglia e contro un boss della camorra che la vorrebbe sottomessa ai suoi voleri“.

Pupetta però crede in se stessa, nel suo coraggio e nell’amore e pagherà a caro prezzo la sua ascesa tra uomini privi di scrupoli e vendicativi”.

Sin dalla sua messa in onda, avvenuta nel 2013, la serie della Arcuri è stata fonte di molteplici critiche, proprio per la visione edulcorata che forniva agli spettatori sulla realtà della camorra di quegli anni.

Una polemica che si è riaccesa con la pubblicazione del messaggio di Manuela Arcuri. Ecco quanto ha scritto l’attrice: “Assunta Maresca, una donna coraggiosa, forte, senza paura, agiva di impeto ..sbagliando più volte: “ho pagato con le mie lacrime le mie scelte!” Così racconta la sua tormentata vita, che io nel 2013 ho interpretato in una delle mie fiction di maggior successo. Addio Pupetta RIP”.

Ovviamente, non c’è voluto molto prima che tutte le persone nei commenti si indignassero per questo “caloroso messaggio d’addio” rivolto a colei che è stata prima di tutto una mafiosa criminale.

“Cancella questo post. E’ una vergogna”– questa è la frase che maggiormente si ritrova nei commenti.

“Questo post è una vergogna per tutte le vittime di camorra di quegli anni ,sia causate dalle sue decisioni sia quelle che innocentemente sono cadute per la sua sfida contro Cutolo.” riassume perfettamente con queste parole un utente.