Muore Giuseppe Zamberletti, fondatore della Protezione Civile

zamberletti

È morto all’età di 85 anni Giuseppe Zamberletti, ideatore e fondatore della Protezione Civile. Una vita dedicata a proteggere gli italiani

Si è spento all’età di 85 anni, a Varese, Giuseppe Zamberletti. È stato lui, nel 1981, a capire l’esigenza, per un paese troppo spesso succube di calamità naturali quali i terremoti, di dover prevenire anziché limitarsi a soccorrere. Per questo motivo, dopo essere stato nominato Commissario Straordinario nei terremoti del Friuli (1976) e Irpinia (1980), riceve il mandato da Pertini di organizzare un team di esperti in grado di soccorrere ma soprattutto di prevenire gli ingenti danni. Nasce così la Protezione civile.

Nel 1982 viene nominato Ministro per il Coordinamento della Protezione Civile. La stessa carica verrà poi ricoperta anche nelle successive legislature Spadolini I e II, Craxi I e II. Nel governo Fanfani IV, invece, ricoprirà il ruolo di Ministro dei Lavori Pubblici. Ha fatto, inoltre, parte della Commissione Difesa della Camera dei deputati, dell’Assemblea dell’Atlantico del Nord e della Commissione parlamentare d’inchiesta sul terrorismo in Italia. Nel 1996, il Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro, gli conferisce l’onorificenza di Cavaliere di Gran Croce. Nello stesso anno, l’Università di Udice gli conferisce la laurea ad honorem in Ingegneria Civile. Il suo ultimo incarico ufficiale, ricoperto fino al 2013, è stato quello di presidente del consiglio d’amministrazione della società Stretto di Messina, su nomina del Presidente del Consiglio.

Si è spento ieri, 26 maggio, ad 85, in un ospedale di Varese.