17 Dicembre 2021 - 16:00

“Natale con Fise” torna negli ospedali italiani

Fise

Tre appuntamenti a Milano, Roma e Ancona fino al 21 Dicembre: la mascotte Fise Tony regalerà un sorriso ai piccoli pazienti

Torna “Natale con la FISE”, l’iniziativa della Federazione Italiana Sport Equestri dedicata ai piccoli pazienti ricoverati negli ospedali italiani.  

Gli atleti FISE e la mascotte Tony il Pony in versione “Babbo Natale” faranno visita ai bambini, raccontando la magia del rapporto con il cavallo e portando loro dei doni.   

Nel 2019 – ultima edizione in presenza prima del blocco da Covid -19 – “Natale con la FISE” ha collezionato più di 500 regali, messi a disposizione volontariamente da tesserati e aziende, consegnati ai bimbi da giovani campioni delle discipline federali.

Nel 2020 il progetto non si è fermato presentando modalità di svolgimento aggiornate secondo le norme di contenimento del contagio Covid-19 e nel rispetto delle disposizioni governative in vigore.

Quest’ultimo sarà il format anche per il 2021: doni saranno consegnati direttamente allo staff ospedaliero all’esterno delle strutture, garantendo così la massima sicurezza delle operazioni e tutti i piccoli pazienti ricoverati potranno trovare il proprio pacchetto davanti alla propria stanza.    

Per la quinta edizione di Natale con la FISE, amazzoni, cavalieri e Tony il Pony saranno presenti all’ASST Grande Ospedale Metropolitano Niguarda di Milano (giovedì 16 dicembre dalle 14:00) alla Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli di Roma (venerdì 17 dicembre dalle 11:30), e all’Ospedale Salesi di Ancona (martedì 21 dicembre dalle 10:30).

Numerosi i regali raccolti pronti per essere consegnati grazie alla generosità di tesserati, sponsor, appassionati e alla collaborazione di numerosi testimonial ed influencer vicini alla FISE che hanno promosso e raccontato l’iniziativa sui propri canali social (solo alcuni di loro, tra cavalieri e personaggi del mondo dello spettacolo e dello sport: Anna Cavallaro, Costanza Laliscia, Riccardo Pisani, Carlo Molfetta, Savino Zaba, Giorgio Borghetti, Veronica Maya, Carolina Rey, Carlotta Mantovan, Marco di Buono).