Privacy: l’intesa UE sulla PNR



Privacy: è stata sancita l’intesa sulla nuova normativa UE che prevede la registrazione dei dati passeggeri (PNR). Una misura anti-terrorismo che sarà operativa quasi da subito

 La privacy è stata l’ultima tematica dibattuta a Bruxelles. I 28 ministri degli Interni europei hanno sancito questo venerdì, 4 dicembre, l’intesa sulla registrazione dei dati dei passeggeri (PNR) che sarà operativa “quasi immediatamente”, secondo quanto indicato dal Commissario europeo Dimitris Avramopoulos.

Privacy: l'intesa UE sulla PNRIl ministro lussemburghese Etienne Schneider, a nome della presidenza di turno dell’UE, specifica che l’accordo non prevede lo scambio automatico dei dati, ma esso avverrà su richiesta delle forze dell’ordine. Quindi non va a ledere il diritto individuale alla privacy.

“È un sistema efficace che rispetta pienamente i diritti e le libertà fondamentali“. La decisione è stata presa, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello Sportello dei Diritti, per rafforzare la condivisione delle informazioni e la cooperazione riguardo l’attività di monitoraggio e d’indagine concernente le attività di terrorismo.

Leggi anche