Roads of Arabia, 450 preziosi reperti dal Medioriente a Roma



Roads of Arabia
Immagine da Pixabay

Il Mibac e il Ministero della Cultura saudita hanno dato vita a “Roads of Arabia”, una mostra che svelerà 450 reperti direttamente dal Regno saudita a Roma

Dal 28 novembre fino al 1° marzo, alle Terme di Diocleziano arriva Roads of Arabia, creata dal Mibac e dal Ministero della cultura saudita. 

Solo di recente l’archeologia è diventata fonte d’interesse per il Regno mediorientale, e questo incipit è stato sancito dalla condivione di 450 reperti preziosi. 

Questo progetto è stato realizzato grazie al contributo di Fondazione Alda FendiTerme di Diocleziano – Museo Nazionale Romano. Sarà un viaggio pieno di magia e testimonianze. I reperti che comporranno l’esposizione sono pitture rupestri e maschere funerarie in oro, statue monumentali e gioielli carichi di gemme preziose.

Un percorso che si snoda dalla Mesopotamia fino alla nascita dell’arte e della civiltà islamica e del Regno Saudita, fino ai giorni nostri. La mostra è inoltre corredata da un catalogo edito da Electa.

Daniela Porro, soprintendente per Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Roma, ha dichiarato in proposito: “sono stati scelti tra centinaia di reperti provenienti dalle ricerche archeologiche condotte nel Regno dell’Arabia Saudita negli ultimi tre decenni del secolo scorso da specialisti sauditi e stranieri, ivi compresa l’importante attività della missione archeologica italiana”.

 

 

 

Leggi anche