Salernitana Primavera, con cuore e carattere battuto il Milan

Varie Salernitana Primavera, con cuore e carattere battuto il Milan

Allo Stadio Comunale “Figliolia” di Baronissi  (Sa) si sono sfidate la Salernitana Primavera e il Milan Primavera 

[ads1]

Campionato Primavera: Salernitana – Milan 1 a 0. Marcatore Cappiello al 7° minuto.

Tra le mura amiche la Salernitana batte il Milan per uno a zero ed il risultato premia il gran cuore messo in campo dai ragazzi di mister Savini che hanno sfogiato l’ennesima prestazione di carattere con una prova maiuscola. La grinta e la determinazione, umilmente messa in campo al cospetto di una netta superiorità tecnica dei milanesi, è stata apostrofata dalle prove eccezionali del portiere Patella e dal mattatore della gara, il classe ’97 Giovanni Cappiello.

salernitana
I direttori di gara.

Sul sintetico del Figliolia di Baronissi (Sa) e con una tribuna occupata in ogni ordine e posto, ha diretto la gara valevole per la settima giornata del campionato primavera il Sig. Giovanni Nicoletti della sezione di Catanzaro. I suoi assistenti: Valerio Vecchi di Lamezia Terme e Claudio Cantiani di Venosa.

SALERNITANA: Patella, Dragonetti, Tarallo (53° De Sio) , Amabile, Di Fraia, Cuomo, Infrante (60° Apicella), Arcaleni, Cappiello ( 81° D’Avino), Cassata ed Altea. A disposizione: Caruso, Libertino, Di Pietro, Penta, Proto,  Moretta, Faella, , Tandara e Grillo. Allenatore: Marco Savini.

salernitana primavera
Il Milan al saluto iniziale.

MILAN: Livieri, Turano, Zucchetti (46° Agnero), De Santis, Locatelli, Bordi, Hadziosmanovic, Zanellato, Bianchimano (46° Casiraghi) , Hamadi (69° La Ferrara) e Felicioli. A disp.: Crosta, Iudica, Spinelli, Papasodaro, Gamarra, , El Hilali. Allenatore: Cristian Brocchi.

Marcatore: al settimo del primo tempo Giovanni Cappiello (S).

Ammoniti: Di Fraia, Infante e Cappiello per la Salernitana; Turano e De Santis per il Milan.

Puntuale alle ore dodici parte la gara tra Salernitana e Milan. Dopo un lungo possesso di palla, al sesto minuto prima opportunità per il Milan che con Bianchimano manda di poco a lato, una palla servita dalla sinistra da Felicioli. La Salernitana inizia ad essere schiacciata nella sua metà campo e non riesce ad imbastire una decente trama di gioco. Al 7′ ci pensa la difesa del Milan che sulla sua tre quarti perde palla sulla sinistra e cede il fianco alla Salernitana. Hadziosmanovic sulla pressione di un avversario perde palla sulla quale si avventa Cappiello che opportunamente progredisce in area e a tu per tu con Liveri lo supera con un preciso rasoterra che gli sfiora il piede destro  ed accarezza l’interno del palo che concede il vantaggio alla Salernitana.

salernitana
Il bomber Giovanni Cappiello.

Il Milan fin lì padrone del campo resta frastornato dalla rete e dai rimproveri di mister Brocchi. Passano i minuti ed inizia nuovamente la manovra del Milan che incontra più difficoltà in una chiusa retroguardia salernitana che bada a tener lontana la palla dalla propria area. Si sfruttano allora le palle inattive e da angolo è puntuale Bianchimano di testa, ma più puntuale è Patella pronto ad un grande intervento che sventa la minaccia quando corre il minuto 21. Il Milan è sempre pungente e spinge molto sulla corsia di sinistra dove Felicioli trova molto più spazio. Ma le sue manovre quando non trovano le affannose chiusure della retroguardia salernitana, non trovano l’efficacia voluta.

salernitana
Giovanni Patella una sarracinesca con il Milan.

Appare nell’area il pari del Milan, ma un grande Patella in dieci minuti compie altri tre importanti interventi e dà la grinta alle ripartenze della Salernitana che al ventinovesimo presenta Infante solo davanti al portiere rossonero. Questa volta Liveri trova il tempo giusto e tocca di piede quanto basta per evitare il raddoppio della Salernitana. Termina il primo tempo con un altro intervento decisivo del portiere Patella su un doppio tiro ravvicinato e con un bel gesto atletico di Cappiello che dal limite dell’area milanista stoppa e tira un pallone ben controllato da Livieri in presa sicura.

salernitana
Cristian Brocchi tecnico Milan Primavera 2015-16.

Doppio cambio a inizio ripresa per il Milan. Brocchi vuol dare la svolta giusta ai suoi ragazzi che iniziano di nuovo a macinare gioco ma trovano sempre una Salernitana minuziosa nella chiusura degli spazi ed un Patella abilissimo nella gestione dei suoi istinti. E’ abile al nono quando anticipa la zampata del neo entrato Casiraghi che continuando depone in rete la palla strappata fallosamente dalle mani del portiere. Ancora più abile, al ventesimo della ripresa,  su un gran tiro del classe ’98 Hamadi. Il suo volo plastico manda la sfera in angolo. Ma se la veemenza del Milan fa paura, più paura fà una insistita discesa sulla fascia sinistra di Cappiello che riesce a trovare la forza e la lucidità di scavalcare con un pallonetto Livieri in uscita fuori area.

salernitana
Tribuna del Figliolia di Baronissi.

Il tiro ha la traiettoria giusta ma l’ultimo rimbalzo capita vicinissimo alla linea di porta e scavalca di poco la traversa lasciando ancora l’esiguo vantaggio di uno a zero. All’ottantunesimo uno stremato Cappiello lascia il posto al n. 21 D’Avino con compiti di disturbo sulla linea d’attacco. Passa solo un minuto e capitan Locatelli ha l’opportunità del pari. Dalla sinistra Felicioli taglia un forte fendente nell’area Salernitana dove l’inserimento di Locatelli è perfetto. Meno il tiro che come una raoiata lambisce il palo alla destra di Patella che niente avrebbe potuto fare. Prima del triplice fischio, Il Milan crea un’altra occasione  al secondo minuto di recupero, dei quattro accordati dal Sig. Nicoletti. Un nuovo tiro penetrante trova la spaccata di Agnero che in scivolata ed a pochi passi dalla linea di porta alza sulla traversa. Ancora due minuti tutto cuore della Salernitana e la gara termina sul finale di Salernitana 1 –Milan 0.

[ads2]

 

Avatar
Pasquale D'Aniellohttp://zon.it
Pasquale D’Aniello, giornalista, nato a Sant’Antonio Abate in provincia di Napoli. Da sempre appassionato di calcio con alcune esperienze dilettantistiche sul campo e sulla panchina. Autore nel 2012 del Libro: "Scugnizzeria agli Albori di un Successo"​ e premiato a Gallipoli nel 2015 (Torneo Internazionale che assegna il Trofeo Caroli Hotels), quale miglior giornalista del calcio giovanile. L'approccio con il calcio giovanile dilettantistico e professionistico da qualche decennio, ha fatto maturare in me nuove convinzioni ed intravedere nuovi orizzonti. "​ Il calcio è educazione, è economia, è uno dei modi di essere società"​. Tutto questo mi ha portato ad essere un "Cronista del calcio giovanile Campano"​, con il fine ultimo di far comprendere che questo Sport deve essere una sana sfida per misurare l'estro calcistico e nulla ha, che possa riguardare il fanatismo e qualsiasi altra devianza che provoca rancore anche a pochi metri di distanza tra i vari campi di calcio. La fortuna poi, di incontrare tantissimi professionisti legati a questo mondo, ha fatto il resto...

Covid-19

Italia
547,058
Totale di casi attivi
Updated on 18 January 2021 - 18:53 18:53