Sanremo 2020: il regolamento e le novità volute da Amadeus

Sanremo 2020 presenta il regolamento ufficiale. Cambia il sistema di voto con una giuria diversa per serata. Cambia anche il ruolo delle cover che per la prima volta peseranno sulla classifica finale

Sanremo 2020 svelato il suo conduttore e direttore artistico, l’amatissimo Amadeus, inizia già a presentare le prime novità riguardanti il regolamento.  La 70esima edizione del Festival di Sanremo che andrà in onda su Rai1 dal 4 all’8 febbraio, inizia a prender forma. Il 25 ottobre infatti il sito ufficiale della kermesse ha reso noto il regolamento organizzato su cinque serate.

Balzano all’occhio due importanti novità: la prima riguarda il sistema di voto, la seconda interessa invece la terza serata. Per la prima volta infatti gli artisti in gara non solo eseguiranno le cover, ma l’esibizione andrà a pesare sulla classifica finale. Potranno scegliere tra i brani più celebri che hanno fatto la storia di Sanremo, come omaggio al settantennale del Festival. E a proposito di posizioni e di podi, cambia soprattutto il sistema di votazione. Dopo le infiammate polemiche dello scorso anno, questa edizione avrà una giuria diversa per serata.

Come cambia il sistema di voto

Nel corso della prima serata a giudicare i 10 big in gara interverrà la giuria Demoscopica che esprimerà il proprio giudizio anche nella seconda serata, durante la quale si esibiranno i restanti 10 big. Il giovedì sarà dedicato alla celebrazione di “Sanremo 70con le cover, a giudicare le performance di tutti e 20 gli artisti verrà chiamata in causa una giuria composta dai musicisti e vocalist dell’orchestra. Il venerdì sarà la volta della giuria della Stampa, Tv, Radio e Web. 

Decisiva è la quinta ed ultima serata. Amadeus ha ponderato bene prima di decidere il sistema di votazione che dovesse regolamentare il sabato. La finale verrà affidata nelle mani di Demoscopica e stampa che voteranno congiuntamente. Subentrerà poi il televoto che va a sostituirsi a musicisti e vocalist dell’orchestra. Questa scelta è una chiara risposta a quanto successo nell’ultima edizione. Il peso della giuria di esperti ribaltó completamente la classifica facendo trionfare Mahmood e facendo al contempo slittare Ultimo al secondo posto.

Il ritorno delle nuove proposte

Dopo aver reintrodotto le cover che erano state abolite da Claudio Baglioni, Amadeus sancisce anche il ritorno alle nuove proposte. I giovani di Sanremo 2020 verranno giudicati nella prima e nella seconda serata dalla sola giuria Demoscopica. Mentre nella terza e quarta serata a questa giuria si uniranno le altre sezioni di voto: Stampa, Tv, Radio e Web e naturalmente il televoto. Il vincitore assoluto di categoria verrà eletto il venerdì sera.

La sezione dedicata agli artisti emergenti rappresenta uno degli aspetti più importanti del Festival di Sanremo, non dimentichiamo che alcune delle voci più belle del panorama musicale italiano provengono proprio da qui. E Sanremo 2020 che concide  con i 70 anni della kermesse, non poteva non tenerne conto. Gli 8 artisti che si contenderanno la vittoria finale verranno selezionati nel  corso di “Sanremo Giovani” in onda a dicembre in Rai e con la conduzione di Marco Liorni.