26 Novembre 2021 - 10:23

Senza saliva: l’inedito di gIANMARIA a X Factor

Nell’ultima puntata di X Factor andata in onda ieri sera, gIANMARIA ha presentato al pubblico e alla giuria il suo ultimo inedito “Senza Saliva”

L’ ultima puntata di X Factor, andata in onda Giovedì 25 Novembre, è stata piena di grandi e importanti novità  e colpi di scena. Ieri sera, una prima parte del talent è stata dedicata alle cover di importanti canzoni della storia della musica con la quale i giovani partecipanti  al programma sono chiamati a confrontarsi ogni volta.

In seguito, i sette concorrenti rimasti hanno potuto presentare i loro inediti. In modo particolare, ad aver catalizzato l’attenzione del pubblico e della giuria di X Factor è stato l’inedito di gIANMARIA (menbro della squadra di Emma) “Senza saliva”.  

Il brano, stando alle parole dello stesso gIANMARIA, parla di una totale incapacità nel riuscire ad esprimersi. Questa sorta di impedimento, percepito come un vero e proprio diagio, tende ad accumularsi fino al punto in cui si arriva a una sorta di “esplosione”. 

Il concept di Senza Saliva pensato da gIANMARIA è piaciuto così tanto alla giura, tant’è che Hell Raton ha dichiarato : “Sei veramente figo, spacchi. Sono stato destabilizzato anche io, ma hai diciannove anni, a quest’età devi sbagliare“. 

Così come anche Mika si è unito al coro di applausi: “Mi piaci un sacco. Mi piace (dice riferendosi al brano) il fatto che ci sia un cambio di energia. La perdita di controllo è una cosa di importante, stranamente ci vuole tantissima preparazione per perderlo senza veramente perderlo, e tu stasera l’hai perso veramente. Mi ha destabilizzato”.

TESTO DELL’INEDITO DI gIANMARIA “SENZA SALIVA”

Poggio i piedi sul cruscotto

tornando a casa, oh no

Mi sanguina la mano dopo questa festa, oh no

ma cosa cazzo urli in pubblico

non ti ci posso più portare

ogni silenzio l’ho voluto

ti chiedo solo di farmi fare ma

mi chiedi di non bere

ad un party in mezzo alla cenere

privandomi di tutto ciò che non serve avara

toccandomi sul parlare perché

mi perdi in più di mille strade vuote senza un senso

siete senza benzina, resto ad un incrocio fermo

mi lascia pensare che basti un po’ di assenza

per trovare ciò che dire ma

Non ci parliamo troppo rumore

troppo rumore

In questa stanza piena, piena di coglioni

vorrei solo parlarti

ma ci sono troppe persone, troppo rumore

troppo rumore

ma non riesco a parlare

sbiascico da un’ora perché mi hai lasciato

per una volta ancora senza saliva

senza saliva

Mai stato così soddisfatto

tornando a casa, e lo so

non mi hai nemmeno chiesto quello che

Non volevi sentirti dire

e ci ho urlato in mezzo ad ogni tuo fiato spezzato

senza saliva, senza rispetto per l’altro

giuro un’istante poi mi scordo le promesse

come un marito a cui levi ogni suo interesse

contro una certezza

non abbiamo niente da perdere

oltre a perderci di vista, di chi è la festa?

ci hanno invitato anche se

non ci parliamo, troppo rumore

troppo rumore

In questa stanza piena, piena di coglioni

vorrei solo parlarti

ma ci sono troppe persone, troppo rumore

troppo rumore

ma non riesco a parlare

sbiascico da un’ora perché mi hai lasciato

per una volta ancora senza saliva

senza saliva

senza saliva

senza saliva