X Factor 2019: anche Nuela conquista la sedia. Ecco con quale brano



x factor
screen da YouTube

A X Factor prosegue la fase bootcamp per conquistare l’ambita sedia. Alla squadra di Malika si aggiunge anche Nuela che conquista il pubblico con il brano “Ti voglio al mio funerale”

X Factor 2019 sta riservando continue sorprese, quella più fresca ed insolita si chiama Nuela. Nuela, al secolo Emanuele Crisanti, aveva lasciato giudici e pubblico a bocca aperta quando alle auditing aveva presentato il brano “Carote“. La stramba quanto geniale esibizione aveva incuriosito la giuria che aveva dato al giovane ben 4 si.

Quei consensi dati forse sulla scia del contagio virale di “Carote” sono stati confermati ai bootcamp. Questa volta il giovane di soli 16 anni ha portato un nuovo pezzo, ancora un inedito frutto del suo delirio, o forse del suo ingegno. “Ti voglio al mio funerale” ha letteralmente fatto impazzire Malika. Nessuna indecisione quindi per la cantante che lo ha voluto nella sua squadra degli Under Uomini. Con lui, nel team Ayane anche Lorenzo Rinaldi, Enrico Di Lauro, Daniel Acerboni e Davide Rossi. Sfera Ebbasta ancor prima che Nuela si esibisse ha dichiarato: “Per me è sedia subito”

E così è stato, ad X Factor 2019 Nuela conquista la sedia tra lo stupore degli haters e il clamore dei supporters. Un caso davvero interessante quello di questo giovanissimo che volutamente sfida il senso dei testi e prova a rendere straordinario ciò che è tendenzialmente banale. Che sia matricola o meteora è presto a dirsi, fatto sta che il video dall’ezibizione di “Carote” ha raggiunto già gli 11 milioni di views e “Ti voglio al mio Funerale” ha da poco superato il milione.

Samuel ha definito Nuela una personalità all’avanguardia, per scoprire quanto ci sia vero in questa affermazione non resta che continuare a seguire x Factor 2019 per capire quanto avanti ancora andrà questo ragazzo. Una cosa è certa, al web piace, al pubblico piace, è il fenomeno del momento ed ha solo 16 anni.

Ecco l’esibizione di “Ti voglio al mio Funerale

 

Leggi anche