21 Giugno 2018 - 15:59

Il 21 giugno si celebra la giornata mondiale del selfie

selfie

Oggi si celebra la giornata mondiale del selfie, istituita nel 2013 quando il termine fu inserito nell’Oxford English Dictionary e definito parola dell’anno

Oggi è la giornata mondiale del selfie che si celebra ogni anno il 21 giugno dal 2013, quando il termine fu inserito nell’Oxford English Dictionary che lo definì la parola dell’anno. Si tratta della tipologia di scatto più famoso nell’era degli smartphone e dei social.

Pare sia stata Paris Hilton a lanciare la moda dell’autoscatto quando postò sui social una foto in compagnia dell’amica Britney Spears. Poi tutti, politici, attori e persino il Papa hanno ceduto alla mania del selfie.

Decisamente in controtendenza il curatore Thierry Fremaux che all’ultimo festival di Cannes ha deciso di bandirli sostenendo che “nove volte su 10 sono brutti”.

Il bisogno ossessivo di postare autoscatti pare possa sfociare in una vera e propria patologia: la “selfite”. Lo ha rilevato uno studio della Nottingham Trent University e della Thiagarajar School of Management in India pubblicato a dicembre 2017. La “selfite” si divide in tre categorie: c’è quella cronica, quella acuta e la borderline. C’è da dire che in alcuni casi questa prassi ha provocato delle vittime: chi si è piazzato sui binari, chi sul bordo dei precipizi, tutto per un manciata di like in più sui social.