Santo del giorno: il 26 Giugno si celebra San Rodolfo

san rodolfo
immagine da pixabay

Il 26 Giugno si celebra San Rodolfo, monaco benedettino nato a Gubbio. Ecco alcune informazioni sulla vita del santo del giorno

San Rodolfo Gabrielli, Santo del giorno celebrato il 26 Giugno, è stato un monaco benedettino nato Camporeggio, una frazione del comune di Gubbio.  È nato nel 1034 presso il castello di Monte Cavallo da una famiglia di feudatari. La sua conversione iniziò a 17 anni in occasione della visita di San Pier Damiani. Rodolfo, colpito dalla figura dell’allora priore dell’eremo di Fonte Avellana, decise in comune con i familiari di donargli il castello avito. Presso il mistico, Rodolfo iniziò a studiare filosofia e teologia, oltre alla lingua latina. Prese i voti ed entrò a far parte dell’ordine benedettino. Una volta sacerdote, intraprese una vita austera, affliggendosi pene carnali come quella di indossare il cilicio per calmare gli impulsi giovanili, si alimentava evitando carne, uova e formaggio. Dormiva inoltre su una tavola di legno senza coperte. Fu inoltre grande applicatore della pubblica autoaccusa, per la quale chiedeva a due confratelli la fustigazione.

Su indicazioni di San Pier Damiani presso papa Niccolò II, fu suggerito alla carica di Vescovo di Gubbio, che intraprese mai abbandonando il suo stile di vita povero, mangiando pane e acqua lasciati dai servi. Stremato, quindi, dalle deboli condizioni di salute, cadde malato, riuscendo poi a riprendersi grazie alle cure della madre Rezia. Successivamente ritornò al rigore delle sue abitudini, cadendo nuovamente malato e, infine, morendo. Le sue spoglie sono conservate all’interno della cattedrale di Gubbio.

Il martirologio Romano celebra San Rodolfo il 26 Giugno, data in cui le sue spoglie sono state traslate nell’attuale sede della Cattedrale di Gubbio. Le notizie sulla sua vita sono arrivate fino a noi grazie alla biografia dedicatagli da San Pier Damiani “Vita Sancti Rodulphi Episcopi Eugubini”.