amsterdam
Foto da Pixabay

Il nuovo “centro erotico” di Amsterdam sorgerà fuori città. Per rinnovare il turismo nella capitale olandese, il quartiere a luci rosse subirà un trasferimento

Amsterdam vuole rinnovare il turismo. Per questo è stato deciso il trasferimento del noto quartiere a luci rosse fuori città, in quello che sarà il nuovo “centro erotico”. Non è ancora noto il luogo in cui sorgerà il nuovo quartiere, ma secondo i media locali la proposta è stata presentata dal sindaco Femke Halsema per rendere il centro della capitale olandese più vivibile e per reprimere il turismo della droga.

Prima donna sindaco di Amsterdam, Femke Halsema ha avviato da tempo una campagna a questo scopo, promettendo di “combattere l’umiliazione delle donne da parte dei visitatori in arrivo. Le nuove misure servirebbero ad attuare un maggior controllo, a migliorare la qualità dei turisti e a rafforzare la diversità culturale e l’identità locale rendendo disponibile un maggior numero di alloggi nel centro della città.
Un’altra delle proposte su cui sta lavorando Halsema è bandire i turisti dai “coffeeshop, dove è possibile acquistare la cannabis. In questo caso, le proposte della sindaca sono state ostacolate maggiormente da parte dei cittadini, preoccupati dall’idea di un possibile aumento di spaccio di droga nelle strade. Halsema ritiene però che tali caffetterie nel centro della città abbiano ampiamente successo a causa del turismo, e che questo a sua volta attiri droghe pesanti e crimini associati. Si spera che affrontando la criminalità organizzata legata al commercio di marijuana, così come il flusso di droghe pesanti, la città possa ripulire la sua immagine.

Il trasferimento del quartiere a luci rosse fuori dal centro della città avrà di certo ripercussioni sugli arrivi nella capitale olandese. Una fetta di turisti è infatti incuriosita proprio dalla presenza del “Red Light District” o De Wallen, rendendola una delle principali attrazioni di Amsterdam.