Autorizzazioni comunali revocate per i lavori di edilizia nelle regioni

autorizzazioni comunali

A partire dal 22 aprile saranno revocate le autorizzazioni comunali per moltissimi lavori di edilizia nelle diverse regioni italiane

Dal prossimo 22 aprile in diverse regioni italiane saranno revocate le autorizzazioni comunali per lavori di ristrutturazione, impiantistica e manutenzione. Lo riporta oggi la Gazzetta Ufficiale

Fra le strutture maggiormente contestate ci sono quelle da giardino come fontane, gazebo e pergolati, che fanno ora parte della categoria dell’edilizia libera, anche se per poterle installare bisognerà chiederne autorizzazione scritta. 

Stesso discorso per gli impianti di estrazione fumi, da sempre oggetto di discussione fra vicini. Vi sono 58 opere nella lista, tra pannelli solari, condizionatori, cappotti termici e rifacimento dei bagni.

Oltre a questi sarà possibile anche realizzar anche infissi, controsoffitature e l’installazione di inferriate e finestre.