La sfida del piccolo Bailey: porta a termine la gara di triathlon nonostante la paralisi cerebrale. Applausi commossi e il lungo abbraccio con il padre

[ads1]

Potrebbe interessarti:

Un esempio di forza e tenerezza quello di Bailey Matthews, il bambino di 8 anni affetto da paralisi cerebrale, che è riuscito a tagliare il traguardo della gara di triathlon alla quale ha partecipato nello Yorkshire, in Gran Bretagna.

Il video che riprende l’ultimo tratto della corsa, caricato u YouTube da Andrew Cannon, vede Bailey acclamato dalla folla che muove i suoi passi con l’aiuto di un deambulatore. Lo sguardo stanco, ma fiero, felice, di chi vede il suo sogno a pochi metri dalla sua realizzazione.

L’emozione vince sulla fatica, e Bailey percorre gli ultimi venti metri con l’ausilio delle sue fragili gambe, che per due volte lo tradiscono, facendolo precipitare sul terreno. Ma il piccolo non si arrende, si rialza in pochi secondi e sembra quasi raggiungere in volo la sua meta. Una minuscola farfalla che libra tra le urla del pubblico in delirio.bailey

Il padre, che lo ha seguito per tutto il percorso senza cedere all’ansia di soccorrerlo, appena superato il traguardo lo ha raggiunto in lacrime, stringendolo in un abbraccio che ha già commosso milioni di utenti. “Orgoglio”, questa la prima parola che ha pronunciato a proposito dell’impresa del figlio.

Una paralisi cerebrale diagnosticata quando aveva 18 mesi, movimenti sconnessi delle gambe e un equilibrio complicato. Ma questo non ha impedito a Bailey di sfidare la sua malattia iscrivendosi a una gara di triathlon, il Castle Howard Triathlon nel North Yorkshire (100 metri di nuoto, 4 km di bicicletta, 1.3 di corsa), vincendo con successo la sua battaglia.

«È sempre stato un bambino determinato – ha detto la madre -, non si ritiene diverso dagli altri».

Un’esplosione di gioia che dal viso di Bailey si è irradiata a tutta la folla presente, che ha riempito di applausi la vittoria tutta personale di questo piccolo grande campione.

[ads2]
Letture Consigliate